rotate-mobile
#UNMINUTODILIBRI

Opinioni

#UNMINUTODILIBRI

A cura di Eliana Camaioni

Un minuto di testi, interviste, novità e retroscena, dedicato agli scrittori siciliani e alle loro opere. Un format di Eliana Camaioni, scrittrice e blogger, che non ha il dono della sintesi e romanza pure la lista della spesa, ma che ha dedicato ai libri la sua vita. Una vita in vacanza, sotto il sole della Sicilia in cui è nata.

VIDEO | Pandemia e scirocco, le tappe di una emergenza che ha messo a nudo anche la deregulaton dei social

Il libro raccoglie articoli pubblicati su varie testate locali da Giuseppe Ruggeri, medico e giornalista esperto in comunicazione scientifica, sul tema dell’infezione da Sars-Cov2. Non manca spazio per riflettere sulle estremizzazioni del pensiero e il delicato rapporto tra diritto e dovere all’informazione

Il libro “Pandemia e scirocco” raccoglie articoli pubblicati su varie testate locali da Giuseppe Ruggeri, medico e giornalista esperto in comunicazione scientifica, sul tema dell’infezione da SARS-Cov2. Un percorso scandito da tappe che ha visto, nel corso di poco meno di due anni, il consolidarsi dell’esperienza pandemica grazie ai rapidi progressi raggiunti nel campo epidemiologico e clinico-terapeutico, fino all’attuale campagna vaccinale ancora in pieno corso. Riflessioni espresse in riva allo Stretto che fanno luce su un territorio segnato non solo dagli effetti della pandemia ma anche dalle carenze strutturali che cronicamente l’affliggono. Dal suo osservatorio privilegiato di epidemiologo e divulgatore, Ruggeri dipinge un quadro d’insieme arricchito dai contributi di esperti come il virologo messinese prof. Giulio Tarro, allievo di Albert Sabin nonché di numerose e note personalità del mondo medico e accademico locale, con i quali si è interfacciato in lunghe e approfondite interviste.

pandemia Scirocco-2Non manca spazio per le personali riflessioni dell’autore il quale, pur denunciando le inevitabili criticità incontrate nel fronteggiare una problematica tanto complessa, vi scruta la possibilità di “riscoprire l’importanza di valori umani spesso dimenticati – come altruismo, coraggio, senso di responsabilità” – come acutamente rileva il prof. Antonino Arcoraci nell’introduzione al volume.

In un mondo desacralizzato, Giuseppe Ruggeri, da medico, riconduce al sacro la funzione di un virus, in una versione olistica dell'esistenza che porta l'eco dimenticato di una medicina antica, l'unica in grado di ricondurre le malattie alla propria origine, e come potenti alleate tenerle al proprio fianco, comprendendone il senso profondo, e curando il male del mondo.

“La “lettura” di ogni evento pandemico - spiega Ruggeri - è inevitabilmente contrassegnata da estremizzazioni del pensiero (negazionismo, complottiamo, catastrofismo ecc) indicativi di un progressivo smarrimento del buon senso e della logica. In questo contesto, l’informazione può giocare un ruolo vitale come equilibratrice degli opposti sentimenti). Quella scientifica, poi, assume un rilievo particolare poiché la sua divulgazione non può essere affidata a chiunque ne’ tantomeno gli esperti in materia (i cd “tecnici”) possono “liberare” un’informazione del tutto sdoganata da “filtri” necessari a non allarmare la comunità. Questo è successo nel corso della presente pandemia anche grazie alla “deregulation” operata dai “social” responsabili di una divulgazione a mio giudizio scriteriata che ha alterato il delicato rapporto tra diritto e dovere all’informazione laddove il “diritto” di sapere ha prevaricato il “ dovere “ di fornirla nel modo adeguato e deontologicamente corretto”.

Video popolari

VIDEO | Pandemia e scirocco, le tappe di una emergenza che ha messo a nudo anche la deregulaton dei social

MessinaToday è in caricamento