Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca San Filippo del Mela

Indotto della Centrale A2A, accordo con i sindacati sul personale precario

Le organizzazioni Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil spiegano i termini del documento con le ditte

Siglato un accordo tra le ditte dell'indotto della Centrale elettrica A2A di San Filippo del Mela e i sindacati Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil. Nel corso del 2023 – dopo anni di scioperi e di mobilitazione dei lavoratori metalmeccanici e diversi incontri in prefettura – le aziende hanno sottoscritto il documento coi sindacati sul governo dei flussi occupazionali, a tutela della trasparenza dell’accesso al lavoro di centinaia di precari che hanno lavorato negli impianti, fondato sui criteri di anzianità e qualifica. 

"Oggi, di fronte a fatti incontestabili - sostengono i sindacalisti Crisafulli, David e Mirabile - possiamo affermare che quelle regole sono state platealmente violate. Non solo: alcuni operai del cosiddetto indotto storico, con alle spalle 30 anni di lavoro in centrale, sono letteralmente a casa mentre altri continuano a essere assunti con contratti a tempo determinato. Tutto questo è chiaramente inaccettabile: se viene a mancare anche la lealtà negoziale e si smentiscono gli accordi sottoscritti, provando a mettere in competizione i lavoratori, si apre una stagione di imbarbarimento delle relazioni industriali e inevitabilmente anche delle forme di conflitto.  Ad A2A chiediamo, pertanto, di convocare una urgente riunione con le imprese interessate, in cui ribadire che le regole contenute negli accordi sottoscritti valgono per tutti, che il personale dell'indotto storico va stabilizzato immediatamente, così come vanno fatti rientrare i due operai dell’indotto storico ancora fuori dall'impianto".


                
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indotto della Centrale A2A, accordo con i sindacati sul personale precario
MessinaToday è in caricamento