Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Evade dai domiciliari a Misterbianco per rubare a Messina

Nei guai un 26enne fermato dai carabinieri la scorsa notte. Era in possesso di attrezzi da scasso e due centraline di auto

Ha deciso di evadare dai domiciliari e di compiere un viaggio fino a Messina con l'intento di rubare. Per questo motivo un ragazzo di 26 anni è stato arrestato dai carabinieri. Il giovane la scorsa notte ha lasciato la sua casa di Misterbianco e in auto ha raggiunto la città dello Stretto insieme ad un complice riuscito a fuggire e attualmente ricercato. I militari del nucleo Radiomobile hanno notato un’utilitaria dalla quale è stato visto scendere un individuo che accorgendosi probabilmente dell’arrivo dei militari, ha tentato di darsi alla fuga nelle vie circostanti, dopo che si era liberato di un involucro che aveva lanciato nei cespugli. Il tentativo di fuga è stato subito sventato dai carabinieri che, dopo un breve inseguimento,hanno braccato il fuggitivo e recuperato l’involucro al cui interno sono stati trovati e sequestrati una chiave alterata, due centraline di auto e diversa utensileria meccanica.

Condotto in caserma il giovane è stato identificato e sottoposto ai controlli di polizia, all’esito delle quali è emerso che il fermato risultava essere evaso dagli arresti domiciliari cui era sottoposto nella sua abitazione a Misterbianco. I carabinieri, pertanto, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato, per evasione dagli arresti domiciliari cui era sottoposto, nonché per il reato di ricettazione poiché trovato in possesso di due centraline di auto, cui l’indagato non era in grado di giustificarne la provenienza e possesso ingiustificato di attrezzi da scasso.  Ultimate le formalità di rito, su disposizione dell’autorità giudiziaria, l’arrestato è stato ristretto nuovamente agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari a Misterbianco per rubare a Messina
MessinaToday è in caricamento