VIDEO | Attraversamento dello Stretto, De Luca: “Io dalla parte della giustizia giusta”

Il sindaco insiste sulla sua ordinanza, nel profilo fb anche lo scontro con Cecchi Paone. Il sottosegretario Villarosa: “Si sta soffiando sulla rabbia e sulla paura dei cittadini solo per ottenere qualche visualizzazione in più”

“Più leggo il parere del Consiglio di Stato che è riguarda l’annullamento della mia ordinanza sindacale più mi convinco di essere dalla parte della giustizia giusta e della tutela della salute degli italiani”. Non arretra neanche di un millimetro il sindaco Cateno De Luca sull'ordinanza che prevede il monitoraggio dei passeggeri sullo Stretto nonostante il parere negativo del consiglio di Stato. Nel suo profilo facebook anche lo scontro a Mattino5 con Cecchi Paone e un video dei passeggeri dell'ormai famosa R4 diventata simbolo della mancanza di controlli. “Questi signori entrate in violazione di legge in Italia ed il 22 marzo in Sicilia. Mangiano, ballano, bevono e giocano a carte a spese nostre e ci sfottono pure...”, scrive De Luca nel suo profilo commentando il video dei ragazzi che tantano di rassicurare sui loro spostamenti.

Sullo scontro istituzionale che si è innescato anche l'intervento del sottosegrteario del M5Stelle Alessio Villarosa: “La mia paura è che, in un momento del genere - ha scritto in una nota - si usino questi atti di sciacallaggio soffiando sulla rabbia e sulla paura dei cittadini solo per ottenere qualche visualizzazione in più o qualche comparsata sulle reti nazionali, il tutto sarebbe molto triste, se così fosse alla luce della situazione che stiamo vivendo. Questo atteggiamento potrebbe portare il cittadino a non riconoscere la specificità e l’unicità del ruolo delle nostre Forze di Polizia, sminuendone i compiti e il loro sacrificio. Non è la prima volta che vengono annullate ordinanze di questo tipo, in quest'ultima assurda e fortunatamente impugnata dal Consiglio di Stato non si tenevano in considerazione i diritti costituzionali garantiti al cittadino. Adesso si cercherebbe anche di far passare il messaggio (di comodo) che l’annullamento sia diretto dal ministro degli Interni Lamorgese quando invece - conclude Villarosa - si conosce, ma si evita di dire, che è stato bocciato dal Consiglio di Stato un organo terzo e indipendente che non viene influenzato né dal ministro stesso né soprattutto dalle dirette social”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Attraversamento dello Stretto, De Luca: “Io dalla parte della giustizia giusta”

MessinaToday è in caricamento