rotate-mobile
Cronaca

Cappelle dei cimiteri abbandonate tornano alla proprietà del Comune, undici bandi di gara per le nuove concessioni

Tra Gran Camposanto e San Filippo decadute le assegnazioni delle strutture dove riposano i defunti lasciate nel degrado

Nove cappelle al cimitero centrale e tre a San Filippo. Il Comune ha indetto undici bandi di gara per l’assegnazione della concessione delle cappelle abbandonate e tornate nella disponibilità dell’ente per via dell'avvenuta dichiarazione di decadenza. 

I manufatti riguardano al Gran Camposanto, le cappelle funerarie già intestate rispettivamente alle Famiglie, “Gugliotta, Ruggeri Antonino, Vinci, Alicò- Catanzaro, Bombaci-Zaccone, Salvatore Caminiti e Fassari”; 1 (una) edicola funeraria famiglia “Corrao-Previti” ed 1 (una) cappella gentilizia appartenente a famiglia ignota; mentre al cimitero di San Filippo le tre strutture sepolcrali riguardano la zona ACO LETT “A”, “C”, e “D”.

Si procederà con concessioni di durata novantanovennale. Le aree a gara e le relative strutture verranno assegnate nello stato nel quale si trovano e, quindi, saranno a carico del nuovo concessionario tutte le attività necessarie al restauro conservativo dei manufatti.

“L’amministrazione comunale ha deciso su indicazione del sindaco Federico Basile - commenta l’assessore ai Cimiteri Massimiliano Minutoli – di procedere alla concessione di alcuni manufatti sepolcrali attraverso un’asta pubblica. Questo permetterà all’Amministrazione di valorizzare strutture sepolcrali affidandole al migliore offerente, con l’obiettivo di rendere accessibili e fruibili loculi e aree, in molti casi inutilizzati e abbandonati da anni, e dimostrare la nostra attenzione verso questi luoghi dove stiamo cercando di riportare quel livello di decoro che spetta a siti così importanti per il ricordo dei nostri cari che non ci sono più”.

Per partecipare all’asta gli interessati dovranno far pervenire i plichi contenenti l’offerta e la documentazione (utilizzando i modelli allegati), pena esclusione dall’asta, a mezzo raccomandata del servizio postale, posta celere, mediante agenzia di recapito autorizzata o consegnata a mano a presso gli uffici del Dipartimento Affari Generali – Protocollo Generale del Comune di Messina sito in Piazza Unione Europea n.1, 98122 – Messina, entro e non oltre le 13 del 4 marzo 2024.

I soggetti interessati alla concessione possono consultare la documentazione inerente il bene in asta, sul sito istituzionale all’indirizzo https://comune.messina.it/it/news/avviso-per-l-affidamento-in-concessione-mediante-asta-pubblica-di-strutture-sepolcrali?type=3 nonché, nei giorni di martedì dalle ore 10 alle 12 e il giovedì sempre dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle ore 16, presso l’ufficio tecnico sito in Via Catania 118 Messina. Ulteriori informazioni possono essere richieste al Responsabile del Procedimento, dott. Roberto Bicchieri al recapito telefonico 090.7724811 o all’indirizzo di posta elettronica r.bicchieri@comune.messina.it.

L’asta pubblica, per tutti i 12 bandi, avrà luogo il 5 marzo, a palazzo Zanca, negli uffici della Direzione del dipartimento Servizi Manutentivi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cappelle dei cimiteri abbandonate tornano alla proprietà del Comune, undici bandi di gara per le nuove concessioni

MessinaToday è in caricamento