menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, +56 i nuovi positivi nel Messinese: cinque vittime del Collereale in cinque giorni

Sono in lieve crescita i numeri mentre si corre il rischio di tornare in fascia arancione per disposizioni in tutta Italia. Ancora decessi Covid per donne ospiti della Casa di riposo

Sono 411 i nuovi contagi in Sicilia registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 19.677 tamponi processati. Il tasso di positività sale così al 2,1%. E' quanto si evince dal bollettino quotidiano diramato dal ministero della Salute, che colloca la nostra regione all’undicesimo posto in Italia per numero di nuovi casi. Sono 18 i decessi censiti in Sicilia, che portano il totale dall'inizio della pandemia a 3.999. Negli ospedali tornano a diminuire i ricoveri. Adesso siamo a quota 989: 18 in meno rispetto a ieri. Scendono anche i ricoveri in terapia intensiva: 143 (-2). Gli attualmente positivi sono 29.180, con una diminuzione di altri 726 casi rispetto a ieri. I guariti sono 1.119.

La distribuzione nelle province vede Palermo con 143 casi, Catania 72, Messina 56, Caltanissetta 48, Siracusa 33, Trapani 24, Ragusa 20, Agrigento 14, Enna 1.

Collereale

Intanto sono salite a quindici le vittime alla Casa di riposo Collereale. Mercoledì scorso erano morte tre donne ospiti del reparto Rose, tutte di 97 anni. Tra venerdì e oggi altre due donne che a causa della positività erano state trasferite all'ospedale Piemonte sono decedute. Una vittima registrata al Policlinico, messinese di 82 anni, e una donna di 90 anni al Papardo. 
 

Razza: "Italia tutta arancione? Si cambi meccanismo delle fasce" 

Italia tutta arancione? "Se n'è discusso ma la proposta non era tutti arancione. Tutti comunque abbiamo dato delle opinioni. Noi abbiamo proposto l’idea di cambiare qualcosa sul meccanismo delle fasce e di evitare di creare una distinzione così netta su alcune attività economiche, soprattutto nell’attività di ristorazione tra la fascia gialla e la fascia arancione”. Così l’assessore alla Sanità in Sicilia, Ruggero Razza, l termine della Conferenza Stato-Regioni.

Le Regioni non hanno trovato un'intesa e lasceranno decidere al governo l'opportunità di estendere l'area arancione a tutta l'Italia per tre settimane, così come la proroga fino al 31 marzo dello stop agli spostamenti tra Regioni. Previsto questa sera un nuovo incontro Regioni-Governo: i governatori secondo una bozza diffusa prima dell'incontro chiedono "misure nazionali di base omogenee" e il superamento della divisione in zone "salvo prevedere misure più stringenti per specifici contesti territoriali". In sintesi le regioni chiedono che, al progredire della vaccinazione, si dia meno peso all'indice Rt per decidere le chisure, prevedendo invece restrizioni in caso di saturazione dei posti letto in ospedale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento