Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Personale infermieristico in stand-by, ancora stato di agitazione al Policlinico

Non è stato risolutivo l’incontro tenutosi alla Prefettura di Messina per la seconda fase delle procedure di raffreddamento. "Azioni sindacali eclatanti, nel caso in cui entro giorno 9 dicembre, non si avranno notizie favorevoli dall'assessorato"

Confermato all’unanimità delle sigle sindacali Uil-Fpl, FP Cgil, Fials, Nursind, Nursing Up e USB, lo stato di agitazione al Policlinico di Messina. I sindacati lamentano le gravi criticità all’interno dell’azienda ospedaliera riguardo la carenze di personale. Non è stato risolutivo l’incontro tenutosi alla Prefettura di Messina per la seconda fase delle procedure di raffreddamento.

L'incontro si è tenuto il 20 novembre in Prefettura con il Vice Capo di Gabinetto Gambadauro, delegato della prefetta Cosima Di Stani, del commissario straordinario Gianpiero Bonaccorsi e del direttore amministrativo Elvira Amata, per discutere la seconda fase della procedura di raffreddamento e conciliazione, iniziata con lo stato di agitazione del personale del Policlinico di Messina.

"Durante l’incontro, sono state rappresentate le gravissime criticità presenti all’interno della predetta azienda sanitaria - scrivono le organizzazioni sindacali - che a tutt’oggi, è in fortissima sofferenza per la carenza di personale appartenente a vari profili professionali, che rischia di aggravarsi ulteriormente, nel caso in cui non venissero prorogati i contratti in scadenza al 30 novembre 2023, pari a 48 Infermieri e 13 OSS, cosi come pure il personale della dirigenza, con compromissione dei LEA oltre che la perdita dei posti di lavoro. Il Commissario straordinario, ascoltati i sindacati, ha dichiarato che per grande senso di responsabilità, al fine di garantire i LEA ancora per qualche altro mese, ha disposto la proroga di tutti i contratti al 31/12/2023, in attesa che l’assessorato possa determinarsi nella questione che riguarda l’aumento del tetto di spesa dell’AOU Policlinico di Messina, ciò consentirà ulteriori proroghe per l’anno 2024, nonché il completamento delle procedure di stabilizzazione in atto sospese".

Secondo i sindacati, Gambadauro si è impegnato a riferire con la massima urgenza alla prefetta, "la quale - si legge nella nota - sicuramente avvierà nel più breve tempo possibile, il confronto con il competente assessorato. Le scriventi organizzazioni sindacali, nel prendere atto dell’impegno assunto dal dottor Gambadauro, confermano all’unanimità il persistere dello stato di agitazione e contestualmente si riservano di intraprendere azioni sindacali eclatanti, nel caso in cui entro giorno 9 dicembre, non si avranno notizie favorevoli relativamente all’aumento del tetto di spesa del Policlinico, coinvolgendo lavoratori e cittadini utenti, a partecipare ad una manifestazione presso la sede dell’Assessorato regionale alla Salute di Palermo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Personale infermieristico in stand-by, ancora stato di agitazione al Policlinico
MessinaToday è in caricamento