Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca

Emergenza crack, anche Messina nel piano della Regione contro le dipendenze

Il tema è stato al centro incontro tra Antimafia Ars, assessore Albano, garante Infanzia e Usr

L'emergenza crack è stata al centro oggi di un incontro tra la commissione Antimafia dell'Assemblea regionale siciliana, l'assessore regionale alla Famiglia e alle politiche sociali, Nuccia Albano, il garante siciliano per l'infanzia e l'adolescenza, Giuseppe Vecchio, il dirigente di servizio del dipartimento regionale per la Pianificazione strategica, Maurizio D'Arpa, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia, Giuseppe Pierro, e Angela Fontana, dirigente tecnico Usr Sicilia. Un vertice utile a conoscere le linee di indirizzo che l'assessorato alla Famiglia sta definendo per un bando di 5 milioni di euro rivolto alle associazioni del terzo settore per promuovere iniziative di inclusione sociale da destinare alle città di Palermo, Catania, Messina, Caltanissetta (provincia di Caltanissetta).

Il bando, che avrà una particolare rilevanza per le azioni di contrasto alle dipendenze e di aiuto alle famiglie coinvolte, intende offrire una risposta sociale straordinaria all'emergenza crack, particolarmente acuta in queste aree. Inoltre, si è posta l'esigenza di realizzare "un sistema integrato di interventi che coinvolga l'assessorato alla Famiglia, la sanità e le Asp territoriali e il sistema educativo regionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza crack, anche Messina nel piano della Regione contro le dipendenze
MessinaToday è in caricamento