Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Roccalumera

Disturbi del comportamento alimentare, alcol e lo stigma dell'obesità: esperti a confronto

Giornata di studi promossa dall'associazione Adamo. L'appuntamento a Roccalumera per fare il punto sui fattori di rischio e le possibili soluzioni

L’Associazione di Promozione Sociale Disturbi Alimentari Metabolismo Obesità (A.D.A.M.O.) propone una giornata di studio sui principali disturbi del comportamento alimentare, argomento sempre delicato che interessa in particolare l’età adolescenziale e che durante il periodo del Covid ha avuto un importante aumento di incidenza.

L'evento si svolgerà il 7 ottobre all'Antica Filanda Papandrea di Roccalumera a partire dalle 8.30.

Numerosi relatori, moderati dai dottori Rossana Mangiapane e Giuseppe Turiano nella prima sessione e da Giuseppe Ruggeri e Giuseppe Mento nella seconda,  si alterneranno per trattare i principali disturbi, come riconoscerli, le cause e soprattutto come prevenirli e quali istituzioni possono intervenire.

Un altro aspetto che verrà discusso riguarda il pregiudizio della nostra società edonistica verso i pazienti affetti da obesità che sono oggetto di uno stigma che li fa sentire soggetti con scarsa forza di volontà, incapaci di resistere alle tentazioni, soggetti di scarso livello sociale ed economico, insomma dei cittadini di serie B.

Saranno trattati anche altri argomenti personali, sociali e culturali legati al cibo, dal cibo nella grande letteratura mediterranea e siciliana in particolare, alla affascinante storia millenaria degli alimenti afrodisiaci e non solo (elisir di lunga vita, fino alla problematica, molto attuale, della sostenibilità ambientale del cibo stesso.

Alla fine della mattinata verrà tenuta una lettura magistrale sul tema dell’alcol, argomento che sta acquistando sempre più una grande rilevanza scientifica e sociale, in quanto la comunità scientifica sta evidenziando sempre di più il danno alla salute determinato dalle bevande alcoliche. Viene affermato che non c’è un livello di sicurezza (no safe limit) e come il consumo sia pericoloso anche in quantità minime.

D’altra parte c’è una industria di produzione di bevande alcoliche molto agguerrita che cerca al contrario di promuovere il consumo di alcol e come questo, assunto in dosi moderate, possa essere al contrario benefico per la salute.

Tra i relatori anche le dottoresse Patrizia Quartarone, Laura Profilio, Jenni Gioffrè e Titti Batolo ma anche il professore Sandro La Vignera e i dottori Giuseppe Piccolo, Damiano Gullo e Alessandra Minniti.

Previsto anche un momento musicale con il duo Antonio Cardone (pianoforte) e Simone Impellizzeri (sax).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disturbi del comportamento alimentare, alcol e lo stigma dell'obesità: esperti a confronto
MessinaToday è in caricamento