Cronaca Contesse / Via Monaco

Puzza insopportabile e liquido melmoso a Mili Moleti, i consiglieri al sindaco: "Poca attenzione per la zona Sud"

Restuccia, Rotondo e Cantello raccontano l'odissea degli abitanti di Via dei Monaci, vicino la Statale 114. Le sollecitazioni all'Amam e l'intervento della polizia

Una puzza insopportabile e liquidi che dalla zona del depuratore giungono dalla zona collinare fino a mare. L'allarme lanciato dagli abitanti di Mili Moleti nei giorni scorsi resta attuale. A farsi portavoce sono ora i consiglieri comunali Giulia Restuccia, Emilia Rotondo e Mirko Cantello che con una nota rappresentano "la loro perplessità ed amarezza per la poca cura ed attenzione prestata dall’amministrazione comunale verso la zona sud della città".

"Nonostante gli abitanti di Mili Moleti siano già messi in ginocchio dal depuratore - scrivono - che rende l'aria insalubre e irrespirabile, durante la serata di sabato 15 luglio lungo la “Via dei monaci”, vicolo che collega la Via Nazionale con la Strada Statale 114, un liquido melmoso e maleodorante, scorreva incessantemente finendo nelle condotte delle acque piovane e lungo il manto stradale di Via Nazionale. Criticità che si presenta spesso, sia durante i mesi piovosi che in quelli di sole”.

VIDEO Mili moleti "invasa" dall'acqua, ma non è pioggia

“Data la non poca criticità sanitaria che si è venuta a creare, viste le disastrose circostanze, alcuni abitanti del luogo hanno tempestato di telefonate la Centrale Operativa dei Vigili Urbani di Messina, ma l’operatrice di servizio, ha asserito più volte di non avere pattuglie libere poiché impegnate in altri interventi. Nel contempo, altri abitanti, hanno cercato invano di contattare telefonicamente il Pronto Intervento o Ufficio Guasti dell’Amam. Non avendo ottenuto l’auspicato riscontro, atto a risolvere il disastroso problema, gli abitanti, senza volerlo, hanno provocato una congestione al traffico stradale. Nel frattempo il torrente di fogna non cessava ancora di scorrere ed è intervenuta una pattuglia della Polizia di Stato; questi ultimi giunti sul posto, hanno constatato il pessimo stato dei luoghi e  sollecitato chi di competenza per la risoluzione del problema, non andato a buon fine. Il giorno seguente, la Via Nazionale era avvolta da un ristagno nauseabondo. Come se non bastasse, la popolazione coinvolta, data l’afosa stagione estiva, ha dovuto affrontare una nottata di caldo barricata in casa per via dell’aria irrespirabile”.

I consiglieri chiedono pertanto all’amministrazione comunale ed al sindaco Basile, di provvedere per tutti gli accertamenti del caso, "affinché si attivi immediatamente per la risoluzione del problema, come la bonifica e la sanificazione dei luoghi, specialmente in un territorio avente già serie criticità sanitarie causate dalla presenza di un Depuratore delle acque nere, mai messo a norma".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puzza insopportabile e liquido melmoso a Mili Moleti, i consiglieri al sindaco: "Poca attenzione per la zona Sud"
MessinaToday è in caricamento