Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Porto Tremestieri, Comune e Nuova Coedmar si accordano: entro settembre il contratto con la nuova ditta

Si muovono dei passi per l'appalto della piattaforma logistica, la giunta Basile accoglie la cessione del ramo d'azienda dei privati che non concluderanno le opere

Ci sono delle speranze per la ripresa dei lavori al porto di Tremestieri. La giunta Basile ha approvato la delibera della cessione del ramo d'azienda dell'impresa Nuova Coedmar in modo da consentire di riaprire il cantiere. L'amministrazione comunale ha detto sì dopo il parere legale favorevole dell'avvocato Tommasini per la stipula della transazione con la ditta. 

A scadenza del procedimento di risoluzione della crisi d’impresa, con domanda del 19 maggio 2023 la Nuova Coedmar aveva depositato avanti al Tribunale di Venezia istanza di concordato. 

"Le Parti, rappresentante dai rispettivi legali - si legge - hanno dunque discusso la possibilità di giungere alla conclusione di un accordo che, previo ottenimento da parte di NUOVA CO.ED.MAR. delle necessarie autorizzazioni nell'ambito della Procedura di CPR, contempli, da un lato, la definizione transattiva della Controversia con revisione delle condizioni anche economiche del Contratto.

All'esito di un lungo confronto tra legali, rappresentanti della S.A. e impresa, il COMUNE Dl MESSINA e NUOVA CO.ED.MAR srl sono giunte a una definizione stragiudiziale complessiva della Controversia nei termini e alle condizioni indicate nella Proposta transattiva dell’appalto funzionale al trasferimento del relativo ramo d'azienda di NUOVA CO.ED.MAR. S.r.l.e alla ripresa dei lavori; Che nella proposta transattiva interviene anche la compagnia Allianz SpA per il versamento al Comune della quota di € 2.000.000,00 sull’importo residuo della Polizza di anticipazione pari a € 8.143.219,40 oggetto, insieme alla ulteriore polizza della compagnia Svizzera Cauzioni per € 6.419.167,51, di deposito fideiussioni a garanzia della quota residua degli anticipi e della cauzione definitiva, sostitutive da parte di altri garanti in favore del Comune di Messina alla ripresa dei lavori come riportato al punto (ii) della proposta transattiva:

“Solo a seguito del rilascio delle nuove garanzie da parte della società cessionaria del ramo d’azienda e del versamento dell’importo di euro 2.000.000,00 (duemilioni/00) da parte di Allianz spa, come transattivamente determinato, Allianz spa dovrà intendersi liberata da qualsiasi obbligo derivante dalla Fideiussione anticipi Allianz, con conseguente corrispondente riduzione all’importo di 12.366.222,84 delle stesse Anticipazioni (le “Anticipazioni Ridotte”) che restano a carico della Nuova Appaltatrice , nonché dalla Fideiussione definitiva Allianz, e consegnerà a NUOVA CO.ED.MAR. lettera di rinuncia alla surroga/regresso verso la stessa in dipendenza del pagamento
eseguito in favore del COMUNE DI MESSINA”. Che il contratto di completamento dei lavori di costruzione del Porto di Tremestieri da affidare all’impresa subentrante è di importo pari alle opere residue del contratto originario maggiorato in applicazione dell’obbligo di revisione dei prezzi di cui all’art.26 del Decreto Ministeriale 50/2022;
Che, la proposta transattiva condivisa tra le parti è mirata all’avvio - prosegue il documento - e conclusione del procedimento di cessione del ramo d’azienda per cui è subordinata all’avveramento delle condizioni sospensive di
rilascio dell’autorizzazione da parte del Tribunale di Venezia alla cessione e alla sottoscrizione entro il 30 settembre 2023 del Contratto definitivo con il nuovo appaltatore".

Il contratto d'appalto tra il Comune e la Nuova Coedmar per il completamento del porto di Tremestieri risale al 2017 ma negli anni successivi per la crisi aziendale i tempi di ultimazione non sono stati rispettati e l'appalto si è fermato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Tremestieri, Comune e Nuova Coedmar si accordano: entro settembre il contratto con la nuova ditta
MessinaToday è in caricamento