Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Ufficiale e confermata la data del 15 dicembre, verso la nuova interruzione idrica: "Grazie per la pazienza"

Comune e Amam hanno fatto il punto sugli interventi eseguiti all'acquedotto Fiumefreddo e sui punti da migliorare

Confermata e ufficiale la nuova interruzione idrica a Messina il 15 dicembre. Comune e Amam hanno tenuto un incontro sugli interventi effettuati dal 17 al 19 novembre e sui disagi alla popolazione. 

All’incontro erano presenti il sindaco Federico Basile, il Direttore generale del Comune Salvo Puccio, gli assessori Massimiliano Minutoli e Francesco Caminiti; e l’AMAM con la presidente Loredana Bonasera, i componenti il CdA Alessandra Franza e Adriano Grassi, e il DG Pierfrancesco Donato.

"Ai Messinesi, che sono stati comprensivi e tolleranti - Comune e AMAM ribadiscono - che sulla rete idrica, e sulle fonti di approvvigionamento, non risultavano effettuati interventi importanti da oltre 30 anni motivo per quale si verificano continuamente guasti e interruzioni più o meno gravi se non gravissimi come quello dell’ottobre 2015. Da 5 anni si è invece intrapreso un percorso di pianificazione, progettazione, finanziamento e appalto che adesso entra nella fase dei lavori e che permetterà di mettere in sicurezza il sistema, ridurre le perdite, efficientare i consumi e ricerca nuove fonti idriche. Nello specifico di questo appalto, che mette in sicurezza l’acquedotto Fiumefreddo, quello che si è “spaccato” in due nell’ottobre 2015 lasciando Messina senz’acqua per oltre 20 giorni si vuole ricordare che è diviso in più interruzioni (perché si deve intervenire lungo tutti i 60 km di acquedotto), e quindi seguiranno sino al mese di aprile con cadenza mensile. Alla fine di questo appalto avremo certamente un sistema di approvvigionamento dal Fiumefreddo molto più efficiente e sicuro".

I lavori effettuai venerdi 17, riferisce ancora AMAM, si sono conclusi nei tempi stabiliti e senza imprevisti, interventi che hanno riguardato, nel tratto compreso tra Piedimonte e Sant’Alessio, nove punti nevralgici dell’Acquedotto Fiumefreddo con l’installazione di nuove apparecchiature e sui quali da lungo tempo non era mai stata effettuata alcuna manutenzione. 

Ulteriori interventi, necessari da tempo e non in programma, grazie al fermo del flusso idrico sono stati eseguiti in particolare in: via MOLINO; CAMARO S. PAOLO; via CATARA LETTIERI; SERBATOIO TRAPANI; IMPIANTO FOGNARIO MILI CANNETO; SCARICO A MARE DEPURATORE DI MILI; COLLETTORE IMP. FOGN. S. MARGERITA; POMPE ‘BIG’ TORREROSSA; VASCA SERBATOIO TORREROSSA.

È stato poi rivolto un ringraziamento a tutti gli operatori e tecnici che hanno incessantemente lavorato su questo importante e indispensabile progetto, oltre che un sentito ringraziamento alla cittadinanza per la pazienza dimostrata. 

“È una grande scommessa il problema acqua a Messina, ma l’articolato programma di investimenti nel settore idrico ha preso il via e nell’attesa che venga concluso, confidiamo nella tolleranza della cittadinanza. Da parte nostra siamo sempre pronti a operare per tutelare appieno i diritti e gli interessi dei nostri cittadini e di conseguenza metteremo in campo tutte le azioni volte a questo obiettivo”, affermano Comune e AMAM.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ufficiale e confermata la data del 15 dicembre, verso la nuova interruzione idrica: "Grazie per la pazienza"
MessinaToday è in caricamento