rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca

Ticket sanitari, per l'Asp diffide legittime ma Confconsumatori rincara: "Gli utenti ricevono richieste per fatti di dieci anni fa"

Secondo l'associazione risulta leso il diritto di difesa. Chiesto un incontro con i vertici dell'azienda sanitaria

Ancora proteste per le diffide mandate dall'Asp agli utenti relative al pagamento dei ticket. Nonostante le rassicurazione dell'Azienda ospedaliera sulla regolarità delle procedure volte al recupero delle somme non pagate quale partecipazione alla spesa sanitaria, anche Confconsumatori segnala anomalie e chiede un incontro ai vertici dell'Asp.

"A seguito delle sanzioni amministrative elevate dall’ Azienda Sanitaria Provinciale di Messina per prestazioni fruite indebitamente in regime di esenzione per reddito, Confconsumatori ha ricevuto numerose segnalazioni e richieste di intervento da parte degli utenti del servizio sanitario nazionale del messinese - si legge in una nota - In diversi casi, ogni cittadino ha ricevuto anche due/tre richieste da parte dell’Asp per fatti occorsi oltre dieci anni addietro; tale stato di cose è decisamente insostenibile per soggetti che  spesso sono anziani e malati".

Secondo l'associazione che difende i consumatori "in tanti casi è impossibile anche solo risalire alle circostanze oggetto di contestazione e risulta pertanto leso il diritto di difesa dell’utente del servizio sanitario; per tale ragione – dichiara l’avvocato Carmelina Natalia Cilla, Vicepresidente provinciale dell’Associazione di consumatori - Confconsumatori APS, Federazione Provinciale di Messina, ha chiesto un rapido incontro formale con l’Azienda sanitaria al fine di definire le modalità di esame delle istanze dei propri soci con una veloce trattazione che consenta l’archiviazione delle stesse".

I cittadini che desiderino qualsiasi informazione e assistenza, possono contattare l’associazione   via mail all’ indirizzo confconsumatori.messina@gmail.com ovvero confconsumatori.taormina@gmail.com ovvero ai recapiti telefonici: 351.8647740 e 329.3115995 (dal lunedì al giovedì, ore 17/19).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ticket sanitari, per l'Asp diffide legittime ma Confconsumatori rincara: "Gli utenti ricevono richieste per fatti di dieci anni fa"

MessinaToday è in caricamento