rotate-mobile
Cronaca

Esproprio per pubblica utilità di Palazzo Formento, è la richiesta dell'assemblea

L'incontro con esponenti politici, sindacati, Quartiere e cittadini si è tenuto al lungomare Ringo

Sarà richiesto l'esproprio per pubblica utilità di Palazzo Formento. E' la richiesta uscita fuori dall'assemblea che si è tenuta questa mattina sul lungomare del Ringo di cittadini, esponenti politici tra i quali Alessandro Russo del Pd, Antonio De Luca dei Cinquestelle, il V Quartiere con in testa il presidente Raffaele Verso, rappresentanti sindacali della Cgil. L'incontro è stato un primo passo affinché Regione e soprintendenza ai Beni Culturali facciano qualcosa per non lasciare nel degrado l'importante edificio. 


Palazzo Formento è uno degli ultimi esempi a Messina di architettura settecentesca. C'è il rischio che subisca altri danni o peggio che si verifichino dei crolli. Obiettivo la salvaguardia e la tutela dell'edificio che versa in condizioni molto preoccupanti. L'assemblea ha acceso i riflettori delle istituzioni per poter trovare delle soluzioni praticabili e in tempi rapidi mettere in sicurezza lo stabile e riqualificarlo. Su Palazzo Formento le confraternite della Chiesa del Ringo avevano già scritto una lettera all’arcivescovo Giovanni Accolla e alla curia. L'immobile si trova in sequestro preventivo. La Chiesa del Ringo e Palazzo Formento rappresentano un tesoro immenso per Messina, dal punto di vista storico architettonico, perché sopravvissuti ai terremoti del 1783 e del 28 dicembre 1908, e ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esproprio per pubblica utilità di Palazzo Formento, è la richiesta dell'assemblea

MessinaToday è in caricamento