Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Milazzo

Lavori di ristrutturazione, il Pronto soccorso di Milazzo a Barcellona: polemiche

Nelle ultime ore sono commenti negativi contro la decisione dell'azienda sanitaria provinciale

Il trasferimento provvisorio del Pronto soccorso dell'ospedale di Milazzo a Barcellona torna a creare polemiche. Il sindaco Midili ha richiesto un consiglio straordinario e urgente sull’ospedale di Milazzo e in particolare sul Pronto soccorso aperto alla partecipazione non solo dei vertici dell’azienda sanitaria ma anche dei deputati regionali e dei componenti della commissione Sanità all’Ars.

Il Pronto soccorso del Fogliani di Milazzo necessita di interventi di ristrutturazione e per questo l'Asp ha deciso di far traslocare il presidio a Barcellona. 

Il consigliere comunale di Pace del Mela Angela Musumeci in Bianchetti: "Solo chi non conosce il territorio con le sue fragilità può pensare di trasferire il Pronto soccorso di Milazzo a Barcellona Pozzo di Gotto. Forse si dimentica che viviamo in un'area a elevato rischio di crisi ambientale e sito di interesse nazionale con un abnorme numero di cittadini con patologie ambientali  (tumori, problemi cardiorespiratori ecc). In alcune situazioni anche un minuto diventa decisivo per la vita di una persona. Forse si dimentica la presenza di industrie sul nostro territorio e in caso di incidente un pronto soccorso è nevralgico per la tutela delle persone. Forse si dimentica che le strade che collegano la Valle del Mela con Barcellona sono trazzere molto spesso affollate e quindi i tempi di trasporto si allungherebbero notevolmente. Forse si dimentica che il bacino di utenza è di oltre 100mila persone, numero troppo elevato da poter gestire. Forse si dimentica che a Barcellona non vi sono reparti salvavita quali rianimazione e terapia intensiva cardiaca e non è assolutamente sufficiente avere anestesista e il cardiologo senza le necessarie strumentazioni". 

 “Il comprensorio della Valle del Mela non può essere privato del pronto soccorso. E' inaccettabile la decisione di chiudere  l’area emergenze dell’ospedale Fogliani di Milazzo, nonostante solo pochi mesi fa fosse stato prospettato  il trasferimento della struttura all’interno del reparto di psichiatria, una soluzione sensata per altro gradita a  istituzioni e cittadini”. Lo dice Calogero Leanza parlamentare regionale del Partito Democratico e componente della commissione Sanità all'Ars.. “L’ospedale di Milazzo serve un comprensorio di oltre 100mila abitanti, è punto di riferimento per i cittadini delle isole Eolie  e per la popolazione turistica estiva. Non dobbiamo nemmeno dimenticare – continua Leanza - che il Fogliani è al centro di un'area industriale a elevato rischio ambientale e in caso di emergenza, quando ogni istante è importante per salvare una vita, costringere i pazienti a percorrere le affollate strade che portano ai presidi ospedalieri più vicini è inconcepibile. E’ necessario trovare soluzioni immediate – conclude Leanza - che non privino il comprensorio dell’adeguata assistenza negando ai cittadini il diritto alla salute”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori di ristrutturazione, il Pronto soccorso di Milazzo a Barcellona: polemiche
MessinaToday è in caricamento