Niente salario accessorio 2019 in molti Comuni della provincia, impiegati a bocca asciutta

La Cisl Funzione Pubblica avvia una mobilitazione contro le amministrazioni inadempienti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

La Cisl Funzione Pubblica di Messina avvia una campagna di pressione nei confronti di tutti i comuni della provincia per la mancata liquidazione del salario accessorio 2019 ai dipendenti. I referenti Alfredo Mobilia e Giovanni Coledi hanno scritto alle Amministrazioni comunali chiedendo di conoscere le motivazioni o gli impedimenti per i quali ancora non si siano adottati gli atti dovuti per favorire la liquidazione a tutti i dipendenti comunali. "Un ritardo – affermano – che arreca danno economico e disparità di trattamento rispetto a tutti quei dipendenti di altri comuni cui è stato riconosciuto quanto previsto dal contratto nazionale". La Cisl Fp Messina ha scritto sia al Sindaco di Messina invitandolo a convocare tempestivamente le Organizzazioni sindacali. Ma il problema è per i dipendenti di diversi comuni della provincia, sollecitati dalla Cisl Fp all’adozione di tutti gli strumenti necessari alla liquidazione del salario accessorio. "Se dovesse permanere l’attuale situazione di stallo – sottolineano Mobilia e Coledi – saremo pronti ad intraprendere tutte le iniziative che portino ad una soluzione della vertenza".

Torna su
MessinaToday è in caricamento