Cronaca

Occhio alla truffe, carabinieri tra gli anziani: il vademecum per metterli in guardia

Con Milazzo e Isole Eolie proseguono gli incontri nelle Chiese e nelle aule consiliari comunali, nei centri aggregativi, allo scopo di fornire preziosi consigli e precise raccomandazioni. Ecco quali

Proseguono gli incontri organizzati dall’Arma dei Carabinieri volti a sensibilizzare gli anziani su come difendersi dalle truffe. Da alcune settimane i carabinieri della Compagnia di Milazzo, attraverso tutte le articolazioni territoriali delle quattordici Stazioni, stanno tenendo una serie di incontri con gli anziani nell’ambito di una campagna di sensibilizzazione contro le truffe, che colpiscono, per lo più, le fasce più deboli.

Nei Comuni della terraferma, da quelli ubicati sulla fascia costiera tirrenica a quelli siti nelle alte colline, nonché nelle isole dell’Arcipelago Eoliano, i Comandanti delle Stazioni Carabinieri, presidi di riferimento per la popolazione e punti nodali per il controllo del territorio, hanno incontrato gli anziani nelle Chiese e nelle aule consiliari comunali, nei centri aggregativi quali circoli, case per anziani ed associazioni, allo scopo di fornire loro preziosi consigli e precise raccomandazioni, anche attraverso la divulgazione di materiale informativo cartaceo da portare a casa e da tenere sempre a portata di mano, contenente utili consigli su come prevenire le truffe ai loro danni. 

L’obiettivo è quello di promuovere il contatto, la comunicazione e la prossimità, al fine di intercettare in anticipo il pericolo di azioni criminali contro la parte più vulnerabile della società, con particolare attenzione alle persone anziani, da parte di malintenzionati che, oltre a sottrarre ingiustamente dei beni, lasciano nelle vittime una profonda vergogna per essere stati raggirati, nonché una forte insicurezza nel continuare ad affrontare la quotidianità.

Nelle ultime settimane gli incontri si sono tenuti a Roccavaldina presso l’oratorio parrocchiale, a Stromboli presso la Chiesa di San Vincenzo, a Spadafora presso la Chiesa Sacro cuore di Gesù, a Torregrotta presso la sala consiliare, a Rometta presso la sala consiliare, a Filicudi presso il ristorante “Villa Rosa”, a Monforte San Giorgio presso la Chiesa di San Giorgio Martire, a Lipari presso la Chiesa del Pozzo nel centro storico e la Chiesa Nuova nella frazione di Quattropani, a San Filippo del Mela presso la sede della locale Sezione Associazione Nazionale Carabinieri, a Gualtieri Sicaminò presso la Chiesa di San Nicola, a San Pier Niceto presso la Chiesa Madre, a Vulcano presso la Chiesa SS. Angeli Custodi, a Leni presso il Santuario della Madonna del Terzito, a Panarea presso la Chiesa di San Pietro Apostolo, a Milazzo presso il Santuario di San Francesco di Paola.

La campagna ha riscontrato grande successo nell’uditorio, che al termine ha espresso gratitudine ed apprezzamento ai Comandanti delle Stazioni per l’impegno profuso nella quotidiana azione a tutela della sicurezza dei cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occhio alla truffe, carabinieri tra gli anziani: il vademecum per metterli in guardia
MessinaToday è in caricamento