Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Capo dipartimento al Papardo, la nomina contestata finisce in procura

La Uil Fpl punta l'indice ancora una volta contro il commissario dell'ospedale

I rapporti tra il sindacato Uil Fpl e il commissario dell'ospedale Papardo Firenze restano al minimo storico. L'organizzazione ha chiesto la revoca della nomina del capo Dipartimento del nosocomio messinese e spedisce gli atti alla Procura. L’atto d’accusa nei confronti del manager della Sanità è pesantissimo perché l’organizzazione sindacale reputa la nomina illegittima. La Uil-Fpl, con una nota a firma del segretario generale, Livio Andronico, spedita ai vertici della sanità regionale e alla Procura della Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica, sostiene che la nomina vada subito revocata perché ritenuta illegittima.
 
“Facendo seguito alla nostra precedente del 11/09/2023, - si legge nel documento - la scrivente organizzazione sindacale, rimane alquanto perplessa, in merito al mancato intervento della S.V. al fine di revocare in autotutela la deliberazione n.950 del 31/08/2023, che a nostro avviso appare completamente illegittima. Infatti, la nomina a capo dipartimento aziendale cardiotoracovascolare a favore di un dirigente medico Dr. F. P., il cui rapporto di lavoro a far data dal I° luglio risulta essere instaurato con l’Università di Messina, viola in maniera grave il CCNL dell’Area medica e l’art. 17 bis del D.lg. 502 del 1992 che nella fattispecie al comma. 2 prevede “che Il Direttore del Dipartimento è nominato dal Direttore Generale tra i dirigenti con incarichi di direzione delle SS.CC. aggregate nel dipartimento. Si rammenta ancora una volta, che la Convenzione stipulata tra l’A.O. Papardo e L’Università di Messina prevede che il Dr. F.P. si occupi esclusivamente dell’attività assistenziale della cardiochirurgia del nosocomio". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capo dipartimento al Papardo, la nomina contestata finisce in procura
MessinaToday è in caricamento