rotate-mobile
Economia

Autorità portuale dello Stretto, presto le pensiline per i pendolari: c'è il progetto

II presidente dell'Adsp Mega sulla procedura per l'affidamento dei lavori a Villa: "E’ il primo tassello di un complesso intervento di riqualificazione delle parti pubbliche"

Sono giorni, questi ultimi, di lavoro intenso per l'Autorità di Sistema Portuale dello Stretto guidata da Mario Mega. Dopo le recenti novità  relative ai porti di Messina, Saline e Milazzo é il turno di quello di Villa S.Giovanni per il quale  è stata indetta  la procedura aperta per l’affidamento dei lavori di realizzazione delle pensiline di protezione dei camminamenti. L'importo totale dei lavori a base d’asta è pari a € 1.299.143,60 per un totale del quadro economico di € 1.551.697,39. 

L'opera risponde ad uno degli obiettivi prefissatisi da Mega sin dall'inizio della sua presidenza: il radicale miglioramento delle attuali condizioni di passeggeri, pendolari e turisti nelle aree di competenza dell'AdSP dello Stretto. L'intervento in questione prevede infatti l'attesissima realizzazione di un moderno tunnel, lungo circa 240 metri e largo 4, a protezione del collegamento pedonale tra le aree della stazione ferroviaria ed il terminal traghetti ubicato a nord, per riparare l’utenza da pioggia, raffiche di vento, soleggiamento e onde in caso di forti mareggiate.

Le pensiline che compongono il tunnel saranno di facile rimozione, semplicemente appoggiate sulla pavimentazione esistente al fine di non danneggiare lo storico basolato lavico esistente, e sono progettate per poter essere facilmente smontate in moduli ricollocabili in altri contesti e con altre configurazioni. Al completamento dei lavori di realizzazione dei nuovi ormeggi per i mezzi veloci e della nuova stazione marittima passeggeri, infatti, le pensiline saranno  delocalizzate sul camminamento in quota sopraelevata ivi previsto.  

Il progetto, redatto dallo Studio di progettazione ILARIA CORVINO & PARTNERS SRL con sede a Milano, ha ben risposto  anche alle indicazioni della committenza in merito alla sostenibilità dell’opera; il tunnel è pertanto predisposto ad ospitare pannelli fotovoltaici e progettato per avere bassi costi di manutenzione durante la sua vita utile, oltre a prevedere l’abbattimento delle barriere architettoniche e rappresentando così un primo importante passo per proiettare il Porto di Villa San Giovanni verso il futuro della mobilità sostenibile.

"Rendere più facile e sicuro il trasferimento dei passeggeri appiedati tra il Terminal Caronte&Tourist e la Stazione ferroviaria a Villa San Giovanni era un obiettivo importante e finalmente arriviamo alla pubblicazione della gara" afferma un compiaciuto Presidente Mega. "Non é stato facile individuare la soluzione tecnica sia perché il camminamento protetto si sviluppa tra una strada ad intenso traffico veicolare e di mezzi pesanti ed il ciglio banchina, direttamente esposto al mare, ma anche perché la struttura successivamente dovrà essere riutilizzata in un'altra posizione quando sarà realizzato il terminal passeggeri per i mezzi veloci. Speriamo che ora la gara proceda speditamente e che il prossimo inverno possa essere affrontato dai passeggeri in condizioni migliori di quelle attuali."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorità portuale dello Stretto, presto le pensiline per i pendolari: c'è il progetto

MessinaToday è in caricamento