Giovedì, 18 Luglio 2024
Economia Torrenova

Verso l'autosufficienza energetica, la rivoluzione green di Elettrorigenera

La ATI ha progettato un dispositivo che massimizza il potenziale dell'eolico e del fotovoltaico per accumulare e produrre energia pulita; il prodotto è destinato ad utenze residenziali e piccole industrie

Sfruttare al massimo l’energia prodotta da fonti rinnovabili, principalmente fotovoltaico ed eolico, accumulare idrogeno con il quale produrre energia elettrica pulita e puntare all'autosufficienza energetica: è questa la sfida green di "Elettrorigenera".

Si tratta ancora di un prototipo, ma i risultati dei primi test sono interessanti.

Il progetto è nato dall'intuizione della Salupo srl e del CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche ITAE di Messina, con la partecipazione dell'Università degli studi di Messina, delle società Nibali Spa, Advanced Technology Solutions Srl, Sab Inventions Srl e M&A Smart energy Srl. L’attività di ricerca e di sviluppo sperimentale integrato ha avuto una durata di circa 3 anni.

"Elettrorigenera - spiega Sebastiano Salupo, amministratore della Salupo Srl, azienda capofila del progetto - integra due funzionalità, Elettrolizzatore e Fuel Cell, e le accorpa in un unico dispositivo.

Il dispositivo è collegato a fonti di energia rinnovabili e consente l’accumulo di idrogeno quando ci sono esuberi di produzione di energia elettrica prodotti dal fotovoltaico o eolico e lo utilizza per produrre energia elettrica quando le fonti rinnovabili non sono disponibili. Sfrutta l'energia elettrica prodotta in eccesso da impianti eolici e/o fotovoltaici per scindere l'acqua in ossigeno e idrogeno. L'ossigeno viene rilasciato in aria, mentre l'idrogeno viene accumulato. L'idrogeno, successivamente, tramite il prelievo dell'ossigeno dall'atmosfera sarà riconvertito in acqua e produrrà energia elettrica. È un sistema automatizzato che è in grado di migliorare i limiti di efficienza, stabilità e durata di storage dei sistemi tradizionali di accumulo di energia elettrica, con un notevole abbattimento dei costi".

Elettrorigenera è destinato principalmente alle utenze residenziali e di piccole industrie che utilizzano il fotovoltaico e/o eolico. La nuova idea di sistema di immagazzinamento, infatti, rappresenta una rivoluzione nel settore delle rinnovabili.

"In Italia negli ultimi anni - continua Salupo - è stato registrato un notevole aumento di produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili, a cui non è corrisposto, tuttavia, lo sviluppo e il potenziamento dei sistemi di accumulo elettrico, che presentano ancora evidenti limiti in termini di efficienza. Le batterie attualmente in uso, infatti, si caratterizzano per una bassa densità di energia e operano su scale temporali ridotte. Lo stoccaggio del surplus di energia rinnovabile in idrogeno green, ottenuto tramite Elettrorigenera, rappresenta la chiave per superare le criticità dei sistemi attuali. Prodotto da fonti rinnovabili, 100 per cento sostenibile, l’idrogeno green è in grado di svolgere una funzione strategica per che si avvia ad adottare un modello di crescita sostenibile".

Elettrorigenera è ancora solo un prototipo realizzato e testato in laboratorio, nei prossimi 5 anni diventerà un vero e proprio dispositivo in commercio e rappresenterà un'avanguardia nel processo di nascita e sviluppo di quella che potrebbe essere definita una "Hydrogen economy", ovvero un sistema economico in cui varie forme di energia vengono immagazzinate sotto forma di idrogeno.

"La realizzazione e la distribuzione del nostro prodotto - conclude l'amministratore della Salupo srl - inciderà su diversi aspetti della filiera dell’idrogeno, a partire dalla sua produzione fino alle applicazioni nei diversi settori, come quello della mobilità, dell’industria e del residenziale, comportando quindi un notevole impatto anche a livello occupazionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso l'autosufficienza energetica, la rivoluzione green di Elettrorigenera
MessinaToday è in caricamento