Lunedì, 15 Luglio 2024
Politica Rometta

"Bisogna avvicinarsi alla cosa pubblica per dare non per prendere", l'esempio da Rometta ai politici che si aumentano gli stipendi

Per il sindaco Merlino chi vuole avere il privilegio di amministrare deve considerarla una missione. "I propri problemi economici e finanziari ognuno li deve risolvere in un' altra maniera: con il proprio lavoro! Così facendo abbiamo effettuato un risparmio annuo di oltre 70mila euro per il Comune"

L'aumento delle indennità a sindaco e consiglieri? Non è un obbligo. Dopo anni di discussioni sulla riduzione del costo della politica, il tema torna d'attualità. La legge di bilancio per il 2022 ha aumentato le indennità previste per i sindaci e per gli atri membri delle giunte e dei consigli comunali e la Legge regionale 13 del 2022 che ha reso applicabili anche in Sicilia gli adeguamenti. Un provvedimento con molte ragioni, adottato però in assenza di un dibattito pubblico che ora riesplode visto l'adeguamento in molti comuni.

Ma la scelta non è obbligata. Al comune di Taormina per esempio, il sindaco Cateno De Luca ha deciso diversamente. "Da ente dissestato ad esempio di buon governo e nel frattempo non ci aumenteremo le indennità, io non prendo indennità di sindaco", ha dichiarato il leader di Sud chiama nord.

Una scelta di buon senso come quella già attuata dal sindaco di Rometta Nicola Merlino. Che entra nel merito della questione con una lezione di stile che mette in evidenza come in un momento come questo, in cui famiglie e imprese soffrono terribilmente, parlare di aumenti rischia di essere immorale.

"In questi giorni molto si discute di aumenti dell'indennità di carica dei sindaci e degli amministratori comunali in genere - spiega Merlino - Mi sembra giusto rendere merito agli amministratori di Rometta riferendo della situazione esistente nel nostro comune sin dal 2014. In funzione degli aumenti dell' indennità di carica che la legge ha consentito nel corso degli anni, anche di recente, un sindaco di un comune con popolazione compresa tra 5mila e 10mila abitanti (come Rometta) può percepire circa 4mila euro al mese di indennità di carica. Al comune di Rometta, dalla data dell'insediamento (2014), l' indennità di carica del sindaco, degli assessori e del presidente del consiglio, nonché i gettoni di presenza dei consiglieri comunali, non sono stati mai adeguati con gli aumenti consentiti nel corso del tempo dalla legge".

Merlino spiega inoltre, che le indennità di carica (di sindaco, assessori e presidente del consiglio di Rometta) sin dal 2014 sono ridotte del 50% ed i consiglieri comunali percepiscono il gettone (nell'importo previsto nel 2014: 23 euro circa per seduta) di presenza solo per la partecipazione ai consigli comunali, non percepiscono nulla per la partecipazione alle commissioni consiliari. "Per quanto mi riguarda - continua - pur facendo il sindaco a tempo pieno, percepisco una indennità di carica annua lorda di euro 16.585,88 e netta di euro 9.954,56. Per cui la mia indennità di carica mensile netta è di euro 829.54. Nessuno adopera telefonini del comune, non abbiamo mai percepito missioni o rimborsi spese (neanche un centesimo) e non abbiamo mai effettuato spese di rappresentanza (zero). Chi vuole avere il privilegio di amministrare il proprio comune, e per noi la nostra Rometta, deve avvicinarsi alla cosa pubblica per dare non per... prendere. Per noi servire la nostra Rometta è, oltre che un privilegio, una vera missione".

"I propri problemi economici e finanziari ognuno li deve risolvere in un' altra maniera: con il proprio lavoro! Così facendo abbiamo effettuato un risparmio annuo di oltre 70.000,00 euro. Oltre 700.000,00 euro in dieci anni. Risorse economiche che, con vari strumenti, abbiamo destinato alla parte più fragile della nostra comunità. Questa è stata da sempre la nostra regola, la regola di tutti i componenti di Vivi Rometta, che abbiamo sempre applicato - conclude - ritenendola necessaria vista la scarsa qualità etica e le tante ruberie che ogni giorno vediamo che caratterizzano gli amministratori di molti comuni. Anche su questo bisogna riflettere prima di vomitare indecenze e volgarità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bisogna avvicinarsi alla cosa pubblica per dare non per prendere", l'esempio da Rometta ai politici che si aumentano gli stipendi
MessinaToday è in caricamento