Lunedì, 22 Luglio 2024
Politica

La Messinacque Spa il 7 novembre al vaglio del Tar, è sempre "scontro" tra Comune e Regione

La creazione della nuova società pubblico privata che gestirà i servizi idrici in tutta la provincia all'esame dei giudici amministrativi di Catania, a inizio ottobre un primo round era andato alla giunta Basile

A inizio ottobre il Comune aveva vinto al Tar il primo round contro la creazione della Messinacque Spa voluta dalla Regione. Adesso, sempre al Tar, ancora su ricorso della giunta Basile contro l'assessorato regionale all'Energia si giocherà una nuova partita tra Comune e Regione. Lo "scontro" è sull'adesione di Palazzo Zanca alla società mista Messinaacque Spa decisa dal commissario ad acta Giovanni Campagna con i poteri del Consiglio comunale che a luglio aveva bocciato la proposta. Il 7 novembre è fissata al Tar l'udienza in trattazione collegiale contro la procedura che porterà alla scelta del socio privato nella Messinacque Spa. Non si sa ancora se sarà la data decisiva per discutere nel merito o se serviranno altri mesi ancora. A rappresentare il Comune sarà ancora l'avvocato Santi Delia.

A ottobre il sindaco Basile aveva esultato alla notizia del Decreto N. 01755/2023 del tribunale amministrativo di Catania che aveva accolto il ricorso proposto dal Comune di Messina per il primo stop alla creazione della Messinaacque SPA, la società mista pubblico/privata voluta dalla Regione siciliana per la gestione del Servizio Idrico integrato dell'Intero Ambito della Provincia di Messina.

Messinacque Spa, primo round al Comune

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Messinacque Spa il 7 novembre al vaglio del Tar, è sempre "scontro" tra Comune e Regione
MessinaToday è in caricamento