Sabato, 13 Luglio 2024
Politica

Il Pd prende le distanze da De Luca: "Incompatibile per un percorso comune"

I Dem escludono qualsiasi collaborazione con il leader di Sud Chiama Nord e spengono sul nascere gli ultimi rumors

"De Luca? No grazie è incompatibile". Si può riassumere così la nota del coordinamento provinciale del Pd che prende nettamente le distanze dal leader di Sud Chiama Nord, smentendo sul nascere le voci su un possibile accordo insieme ai 5 Stelle. A spiegare le ragioni è stato Armando Hyerace con una nota scritta al margine di una conferenza stampa.

"Si rischia di tenere in piedi un equivoco che nuoce al Partito Democratico e alla prospettiva di costruire un’alternativa al Governo Schifani. Bene hanno fatto i nostri parlamentari regionali a lavorare di concerto con le altre forze di opposizione di Assemblea Regionale per far emergere contraddizioni ed inadeguatezze del Governo delle destre siciliane. Altra cosa però è immaginare percorsi politici comuni, senza per altro alcun dibattito negli organismi preposti alla definizione della linea politica e delle alleanze, con chi ha rappresentato e rappresenta altro rispetto al centro-sinistra e al campo progressista. Cateno De Luca, e le forze politiche in cui ha militato, sostenuto e con le quali è stato candidato (Mpa, Udc, Forza Italia), e quelle che ha fondato da Sicila Vera a Sud Chiama Nord, si sono sempre stabilmente collocate nel centro-destra. È quello il suo campo, sono quelli i suoi valori. A ciò si aggiungano i comportamenti, gli atteggiamenti, le prese di posizioni e la presenza social di questi anni che tutto raccontano fuorché di un interlocutore possibile per il Pd ed il centro-sinistra: più volte criticati e dileggiati con volgarità.

Se qualcuno a Palermo, o nelle altre provincie, crede di conoscere o pensa di poter gestire Cateno De Luca si sbaglia di grosso e, dalla Provincia di Messina, siamo nella condizione di offrire un quadro chiaro e circonstanziato. È vero che alla Sicilia e a Messina serve un’alternativa politica ed elettorale e, neanche noi ci rassegniamo ad un ruolo minoritario, ma non ci sono scorciatoie: se il Pd e le forze progressiste vogliono tornare a vincere, a livello regionale e nei territori, recuperino la propria identità e costruiscano un progetto che sappia parlare alle siciliane e ai siciliani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd prende le distanze da De Luca: "Incompatibile per un percorso comune"
MessinaToday è in caricamento