rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Elezioni regionali 2022

Questione morale, De Luca apre agli indagati: "Stufo della doppia morale del centrosinistra"

Un appello che scade a mezzogiorno a tutte le "vittime". La provocazione del leader di Sicilia Vera che alla Chinnici manda a dire...

Un appello che scade a mezzogiorno a tutte le vittime della “doppia morale”. Non ci sarà spazio a chi ha processi di mafia o di criminalità organizzata ma tutti quelli che sono indagati o hanno rinvii a giudizio per reati minori - che vanno comunque dimostrati in un processo – e vogliono candidarsi al parlamento siciliano, possono farlo con il leader di Sicilia Vera Cateno De Luca.

E’ la provocazione lanciata dall’ex sindaco di Messina alla presentazione stamani dei candidati della lista Orgoglio Siculo che già ieri ha attaccato duramente la candidata alla presidenza della Regione Siciliana, Caterina Chinnici, per aver posto una questione morale sulla presenza di alcuni candidati.

“Io sono rispettoso delle leggi e i tribunali delle faide politiche mi fanni schifo - è l’attacco di De Luca - Perchè dobbiamo strumentalizzare la giustizia, invece di parlare di programmi? Da settimane assistiamo a questo spettacolo indecoroso”.

De Luca si è poi rivolto direttamente alla Chinnici: “Caterina, lo so che è questione di ore – ha detto con riferimento al tam tam sulla sua possibile rinuncia alla corsa elettorale - io ti invito a rimanere, perché una come te come avversario, che è stata assessore nella giunta Lombardo rappresentando il nulla cosmico, onestamente dove la trovi? Rimani candidata, non te ne andare”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questione morale, De Luca apre agli indagati: "Stufo della doppia morale del centrosinistra"

MessinaToday è in caricamento