Politica

Ex provincia, il commissario Ribaudo resterà in carica fino a maggio 2020

Lo ha disposto il presidente della Regione Nello Musumeci con un provvedimento che riguarda anche le altre città siciliane. Intanto, è stata firmata la preintesa sul contratto aziendale per i dipendenti di Palazzo dei Leoni

Filippo Ribaudo, commissario del consiglio metropolitano di Messina, resterà in carica fino al 31 maggio 2020. Lo ha disposto il presidente della Regione Nello Musumeci, firmatario del provvedimento che riguarda tutte le ex province di Palermo, Catania, Siracusa, Ragusa, Caltanissetta e Enna. 

Ribaudo, nativo di Mistretta, è stato nominato commissario l'8 marzo del 2018. Nella sua lunga carriera ha rivestito diversi ruoli dirigenziali come quello di direttore generale al Comune di Messina all'Atm e nel dipartimento Servizi Sociali di Palazzo Zanca.

Intanto, è stata sottoscritta la preintesa sul contratto aziendale per i dipendenti di Palazzo dei Leoni. L'accordo prevede il mantenimento dei livelli salariali del 2018 per tutti i lavoratori. “In particolare - spiega il responsabile aziendale della Cisl Fp, Giovanni Coledi - resta uguale la disciplina e la remunerazione degli istituti relativi a turnazione, reperibilità, indennità di rischio, indennità di disagio, indennità di responsabilità, maneggio valori e attività prestate in giorno festivo”.

In relazione alla performance, il fondo è stato incrementato di circa 50.000 euro, derivanti dagli incrementi previsti dal contratto nazionale.
“Rivendichiamo il senso di responsabilità mostrato al tavolo e rivendichiamo - sottolinea Coledi - il merito di avere siglato i contratti decentrati che hanno consentito di percepire il salario accessorio, comprese le progressioni economiche, a tutti i dipendenti negli ultimi cinque anni, senza mai indulgere in atteggiamenti populistici e di sterile contrapposizione. Su questo siamo disponibili a qualunque confronto pubblico con altre organizzazioni sindacali che della mancata sottoscrizione dei contratti collettivi fanno bandiera di vanto”. 

La Cisl Fp ha invitato il responsabile dei servizi finanziari e il segretario generale di Palazzo dei Leoni a procedere in tempi brevi all’approvazione del bilancio 2018 e quindi passare alla predisposizione del bilancio preventivo 2019, sulla scorta delle risorse che la Regione  dovrà destinare in sede di riparto.“Si può riaprire una stagione nuova di rilancio dell’Ente - conclude Coledi - e contestualmente si potrà addivenire al pagamento degli arretri contrattuali, delle performance 2017 e 2018 e ad avviare le procedure di stabilizzazione del personale precario da definirsi entro il 31 dicembre 2019”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex provincia, il commissario Ribaudo resterà in carica fino a maggio 2020

MessinaToday è in caricamento