rotate-mobile
Politica

Schifani sui fondi per il Ponte: "Solo un equivoco ma l'opera va fatta"

Il governatore gira pagina dopo il difetto di comunicazione con il governo sulle risorse da destinare all'opera. "Contributo aumentato di 300 milioni ma sono soldi ben spesi"

C'è stato un grande equivoco perché la Regione Siciliana è sempre stata determinata a fare il Ponte sullo Stretto. Avevamo già deliberato di destinare un miliardo di fondi Fsc a questa opera che noi riteniamo strategica e che sosterremo in ogni momento. Vi è stato un deficit di comunicazione, la giunta non ha condiviso la modalità ma ormai si guarda avanti perché il Ponte va fatto e le somme, con un emendamento alla finanziaria, sono state impegnate. E' un problema di metodo che sono certo che non si verificherà più e con il ministro Salvini nessun problema". Così il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani commentando, ai microfoni di Zapping su Radio Uno Rai, sull'ammontare della compartecipazione della Sicilia, decisa dal governo, per la costruzione del Ponte.

"La fiche la Sicilia l'aveva già messa - aggiunge Schifani - adesso è maggiorata di 300 milioni ma è ben spesa perché è per un'opera che noi abbiamo sempre voluto e che sosterremo".

La manovra del governo conferma le risorse per il Ponte sullo Stretto di Messina pari a 11,6 miliardi di euro dal 2024 al 2032, ma alleggerisce a 9,3 miliardi l'onere a carico del bilancio statale. La rimanente parte di 2,3 miliardi verrà reperita dal Fondo di sviluppo e coesione, con una dote da 1,6 mld a carico del Fondo ma a valere sui bilanci di Calabria (300 mln) e Sicilia (1,3 mld).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schifani sui fondi per il Ponte: "Solo un equivoco ma l'opera va fatta"

MessinaToday è in caricamento