Politica

Senza treni sulla Messina-Palermo, Miccichè: “Governo imbarazzante”

Il presidente dell'Assemblea regionale siciliana commenta sui social la notizia dei problemi sulla linea ferroviaria per i cantieri in corso della Rfi. E attacca: “La Lega e Matteo Salvini dicono di occuparsi più della Sicilia che del Nord e i risultati si vedono”

"La Lega e Matteo Salvini dicono di occuparsi più della Sicilia che del Nord e i risultati si vedono: siamo senza treno Palermo-Messina! Che Governo imbarazzante".

Lo dice sui social il presidente dell'Assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè, commentando la notizia dei problemi sulla linea ferroviaria da Palermo a Messina.

Da oggi, infatti, un lungo tratto della Sicilia tirrenica è senza treni. Rif lo ha comunicato il 7 luglio con una nota che annunciava i cantieri al lavoro fra Gioiosa Marea e Patti, sulla linea Messina-Palermo, da mercoledì 10 luglio fino all’8 settembre per interventi di manutenzione straordinaria alla galleria Montagnareale.

Per consentire i lavori è stata sospesa dunque la circolazione ferroviaria con inevitali disagi per le conseguenti variazioni al programma di viaggio dei treni che prevede cancellazioni di corse e sostituzioni con bus.

Nello specifico, i treni della lunga percorrenza saranno sostituiti con bus fra Messina e Palermo. Per l'interruzione della Srata statale 113, che non consente il transito dei bus fra le stazioni intermedie di San Giorgio e Gioiosa Marea, da mercoledì 10 al 25 luglio per i treni regionali saranno attive sia navette fra Patti e San Giorgio e fra Gioiosa e Brolo, sia bus diretti, via autostrada, fra Patti e Brolo. 

Maggiori informazioni nelle stazioni e sui canali web del Gruppo Fs Italiane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza treni sulla Messina-Palermo, Miccichè: “Governo imbarazzante”

MessinaToday è in caricamento