rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Scuola

Mille docenti messinesi cambiano scuola: c'è chi ha rinunciato alla carriera per tornare a casa

Resi noti i bollettini dei movimenti del personale docente. In 315 tornano nel Messinese dopo esperienze lontano da casa. Il sacrificio di chi "retrocede" di ordine pur di insegnare nella propria città

La voglia di tornare a casa, dopo anni passati ad insegnare lontano, ha superato quella di far carriera e assicurarsi uno stipendio maggiore. E' il dato che emerge dalle scelte dei docenti messinesi. Sono 1079 gli insegnati che il prossimo anno cambieranno istituto scolastico, 315 provenienti da
fuori provincia, moltissimi da fuori regione.

"La voglia di casa, la voglia di ritornare alle proprie origini, si è fatta fortemente sentire – analizza il segretario generale della Cisl Scuola Messina, Carmelo Cardillo - lo dimostrano non soltanto i dati numerici ma, soprattutto, la valutazione attenta della tipologia di movimento. In particolare, si evidenzia il “sacrificio” di abbandonare un ruolo di scuola secondaria superiore, per il quale c’è una progressione di carriera veloce redditualmente migliore (un gap da eliminare sia tra i ruoli e sia rispetto alle retribuzioni dei colleghi dei paesi europei) per passare ad un ruolo di scuola di ciclo diverso"

Non a caso ben 26 docenti di scuola primaria hanno optato per la scuola dell’infanzia, 3 docenti della scuola secondaria superiore hanno optato per la scuola primaria del I ciclo e ben 13 su 14 che hanno ottenuto il trasferimento, hanno optato per la scuola secondaria di I grado, ex scuola media.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mille docenti messinesi cambiano scuola: c'è chi ha rinunciato alla carriera per tornare a casa

MessinaToday è in caricamento