menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie D, due settimane per decidere il futuro dell'Acr: trattativa con due imprenditori salernitani

Tra 14 giorni occorrerà perfezionare l'iscrizione al nuovo campionato. Da Salerno l'interesse a rilevare la maggioranza delle quote societarie, ma Sciotto vuole la cessione totale

Due settimane per capire cosa sarà dell'Acr Messina. Tra 14 giorni infatti bisognerà ultimare le procedure per l'iscrizione al prossimo campionato di serie D e il patron Pietro Sciotto è chiamato a sciogliere le riserve e decidere se rilanciare, per il quarto anno consecutivo, o passare la mano. Due scenari nettamente contrapposti a cui si aggiunge però una terza possibilità.

Sciotto nei giorni scorsi ha proseguito il dialogo con i due imprenditori di Salerno che avrebbero manifestato l'intenzione di rilevare l'Acr Messina. Ma i nuovi possibili acquirenti sarebbero disposti ad accollarsi solo le quote di maggioranza, chiedendo all'attuale proprietà di rimanere contribuendo a finanziare il progetto. Soluzione che non sarebbe però gradita dallo stesso Sciotto che aveva già rifiutato una proposta simile presentata dal presidente del Corigliano Mauro Nucaro.

I prossimi giorni dovranno essere giocoforza decisivi per delineare il futuro dell'Acr Messina che rischierebbe di partire nuovamente in ritardo con un progetto societario e tecnico non del tutto definito. Un futuro che potrebbe passare anche dall'incontro tra Sciotto e il sindaco De Luca, annunciato ma non ancora avvenuto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento