Calcio

Daniele Giordano festeggia i 12 anni con la maglia del Gescal

Il difensore classe 1988 ha imparato a conoscere l’ambiente biancoverde e ne è diventato una bandiera e il capitano

Puntale e preciso, silenzioso e attento ad ogni particolare. Daniele Giordano è pronto all’ennesima stagione con i colori biancoverdi del Gescal che, con la qualificazione in Coppa Italia Promozione ai danni della Valdinisi, è sicuramente iniziata nel migliore dei modi.

Due match positivi dal punto di vista del risultato (un pari e una vittoria) e delle prestazioni: “Vincere semplifica il lavoro, ci aiuta ad affrontare il campionato sperando di continuare a fare bene. In squadra la maggior parte sono giovani e puntiamo sull’entusiasmo. L'allenatore è un maestro a lavorare con i ragazzi, ci piace giocare la palla ed evitiamo i lanci lunghi”. Ha spiegato il difensore classe 1988 che, anno dopo anno, ha imparato a conoscere l’ambiente Gescal e ne è diventato una bandiera e capitano: “Sono qui da 12 anni e cerco sempre di mantenere la calma, aiutare la squadra e il mister nelle varie situazioni che si possono creare in gara. Sono già trascorsi 12 anni – ha ribadito – ero il più piccolo e ora sono il più grande”.

È maturato con la maglia biancoverde addosso e ora Giordano vive questo suo ruolo da “senior” con responsabilità e piacere: “Forse al 70% con responsabilità, perché dai grandi ci si aspetta che sbaglino meno. Poi è anche un divertimento e giocare con i più giovani stimola a stargli dietro e metterti in competizione”.

Sabato è in programma l’esordio in campionato, in programma al “Marullo” di Bisconte contro il Milazzo: “Sarà un torneo equilibrato, non ci sono squadre di medio bassa classifica, ma sono tutte competitive e attrezzate. Affrontiamo subito avversari forti, ma potrà essere uno stimolo e così vedremo di che pasta siamo fatti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daniele Giordano festeggia i 12 anni con la maglia del Gescal

MessinaToday è in caricamento