rotate-mobile
Calcio

Serie C, Messina sconfitto dall’Audace Cerignola nella prima partita del 2024

La combattiva squadra giallorossa è stata battuta in casa per 2-1 dai pugliesi. Ha pesato inesorabilmente l’espulsione di Ortisi nel primo tempo  

È iniziato male il 2024 del Messina, battuto per 2-1 dall’Audace Cerignola allo stadio “Franco Scoglio”. Esordio del neo arrivato Rosafio tra i peloritani, che ritrovano l’ariete Plescia nell’undici di partenza. Inizio di studio e ritmi lenti con pochi sussulti. Conclusioni rare e prive di incisività su entrambi i fronti. Al 28’ i giallorossi restano in dieci uomini per l’espulsione rimediata da Ortisi, che stende D’Ausilio proiettato verso la porta; rosso diretto per fallo da ultimo uomo. In superiorità numerica, i pugliesi provano ad approfittarne, ma D’Andrea manca l’impatto con il pallone da favorevole posizione. Nel recupero, prova Leonetti dal limite, tentativo a lato.

Dopo l’intervallo, mister Giacomo Modica fa entrare Zunno e Polito per Plescia e Ragusa, rendendo più dinamico il reparto offensivo. Buona personalità dei padroni di casa in avvio di ripresa, che si fanno vedere in avanti. Sull’altro fronte, incursione di D’Ausilio sulla sinistra, rasoterra intercettato da Fumagalli, nonostante la deviazione di Manetta. Al 17’ ospiti in vantaggio: assist di D’Ausilio per Malcore, che insacca la sfera con un preciso destro, segnando, così, il suo decimo gol in campionato. Immediato pareggio di Zunno, la cui “zampata”, su cross di Polito dalla sinistra, non lascia scampo a Krapikas. Rosafio sfiora poi il sorpasso con un diagonale stretto. Fumagalli si oppone, invece, con bravura all’insidiosa battuta mancina del neo entrato Tentardini.  L'Audace Cerignola realizza il decisivo 2-1 al 39’, quando D’Andrea centra il bersaglio di testa sul calibrato traversone del solito D’Ausilio. Niente da segnalare nei restanti minuti di gioco, tranne un prodigioso intervento di Gonnelli in chiusura difensiva, a murare il guizzo di Emmausso.

Messina-Audace Cerignola 1-2
Marcatori: 17’ st Malcore; 21’ st Zunno; 38’ D’Andrea.
Messina: Fumagalli, Salvo, Manetta, Pacciardi, Ortisi, Frisenna (39’ st Giunta), Firenze, Franco (25’ st Scafetta), Rosafio (25’ st Emmausso), Plescia (1’ st Zunno), Ragusa (1’ st Polito). A disp.: Di Bella, Cavallo, Luciani. All. Giacomo Modica.
Audace Cerignola: Krapikas, Coccia (27’ st Tentardini), Gonnelli, Capomaggio, Russo, Tascone, Ruggiero (36’ st Sosa), Leonetti (27’ st Sainz Maza), D’Ausilio (44’ st Bezzon), Malcore, D’Andrea. A disp.: Fares, Trezza, Allegrini, Vitale, De Luca. All. Ivan Tisci.
Arbitro: Di Cicco di Lanciano (Santarossa di Pordenone e Morotti di Bergamo).
Note: espulso al 28’ Ortisi. Ammoniti: D’Ausilio, Firenze, Emmausso, Scafetta. Recupero: 3’ e 5'. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C, Messina sconfitto dall’Audace Cerignola nella prima partita del 2024

MessinaToday è in caricamento