Sport Capo d'Orlando / Piazza Peppino Bontempo

Orlandina-Bergamo, coach Sodini: "A questo punto per me conta solo vincere"

La squadra di Capo d'Orlando ha vinto gara 1 delle semifinali playoff contro Bergamo grazie al risultato finale di 90-73

7 vittorie consecutive nei playoff e 17 se contiamo anche la stagione regolare. Bisogna iniziare così a descrivere la cavalcata dell'Orlandina in quest'annata di Serie A2, per capire la dimensione e le capacità della compagine siciliana. Gara 1 delle semifinali è andata in archivio con il successo contro Bergamo 90-73. La squadra di Capo d'Orlando sembra impossibile da fermare e le quotazioni verso la promozione nella massima categoria del basket italiano aumentano con estrema velocità e costanza.

Al termine della splendida gara andata in scena al PalaSikeliArchivi di Capo d'Orlando, coach Sodini ha preso la parola per tirare le somme: "Partiamo dalle cose che non mi sono piaciute: vorrei che i miei ragazzi più giovani capissero che, quando fanno le cose per conto loro, a volte finiscono per fare delle brutte figure. La cosa che non mi piace - afferma l'allenatore - di più in assoluto è che quando siamo avanti di 20 abbiamo la tendenza di pensare in maniera individuale. Invece di giocare insieme, di squadra, cerchiamo sempre il canestro in più, forzando le scelte."

"Rispetto alla partita comunque devo dire bravi ai ragazzi per come hanno interpretato la partita dal punto di vista tattico. Abbiamo provato e siamo riusciti a togliere tanti tiri a Roderick, non perché gli altri siano meno bravi, ma perché sono meno abituati a fare le cose che stasera li abbiamo portati a fare. Ma non dobbiamo mai fare l’errore di sottovalutare Bergamo, perché dobbiamo avere la percezione - analizza il coach - che questa partita vale uno e ne dobbiamo vincere altre due per arrivare in finale. Perché a questo punto per me conta solo vincere, mi interessa andare in Serie A. A nessuno importa chi arriva secondo e di sicuro non verrò qui a vantarmi per averlo fatto, i playoff sono fatti per questo."

"Più andremo avanti e più la fatica si farà sentire, Brandon, noi ce lo auguriamo, ma probabilmente non potrà ripetere un’altra partita da 53 di valutazione in 28 minuti, contro 69 di tutta l’altra squadra. Sono contento della prestazione difensiva - conclude un soddisfatto Sodini - di Jordan Parks, ha difeso benissimo su Roderick, lo ha limitato esattamente come gli avevo chiesto."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orlandina-Bergamo, coach Sodini: "A questo punto per me conta solo vincere"

MessinaToday è in caricamento