rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Volley

B1. La legge del PalaBucalo: l'Amando Volley batte anche un tenace San Salvatore Telesino

Match non semplice per le messinesi che vanno in svantaggio e riescono a perfezionare il sorpasso con un set non adatto ai cuori deboli

L’Amando Volley sovverte l’esito di una gara che si stava mettendo in salita e si aggiudica il risultato pieno contro una buonissima Forex Olimpia. Le non perfette condizioni fisiche di Marcela Nielsen, già avvertire durante il quinto set di Pomezia, consigliavano mister Prestipino di non rischiarla dall’inizio e pertanto rispetto alla consueta formazione di partenza lo starting six presentava oltre alla diagonale formata da Romina Courroux e Bertiglia, alle centrali Murri/Cecchini e al libero Galuppi la coppia d’attacco Gervasi/Giacomel. Le campane partivano con la fiorentina Bacciottini in palleggio, Vanni e Marlene Ascensao al centro, Russo e Milano di banda, Raquel Ascensao opposta e la lombarda Luraghi libero.  Nel primo set già sul 6-3, con cinque punti consecutivi realizzati con Courroux al servizio, il coach beneventano Eliseo ricorre al primo discrezionale.

Nulla lascia presagire l’immediata rimonta delle ospiti che si portano sull’8-10 (mani fuori di Kerol Milano) mantenendo i due punti di vantaggio fin quando non si ritorna in parità sul 20-20 (errore al servizio della stessa Milano). Quello sarà tuttavia l’ultimo punto delle “amandine”, che soccombono 20-25 nonostante venga gettata nella mischia la Nielsen. E’ di Raquel Ascensao il punto decisivo del set. Equilibrio nel secondo parziale fino al 9-9, poi le padrone di casa cominciano ad accumulare vantaggi considerevoli (16-11 su bella diagonale della Nielsen). Attacco vincente in fotocopia per l’argentina che sigla il 18-13. I punti di vantaggio di ventano sette su un mani fuori della Cecchini (23-16) e tali resteranno fine al termine quando tocca a Barbara Murri con un bel muro a sancire il risultato sul 25-18.  Il terzo set è quello determinante.

Le ospiti che soccombevano per 7-4 (muro Cecchini) capovolgono la gara e sul 12-14 (mani fuori di Raquel Ascensao) e costringono Sandro Prestipino al primo time-out che non sortisce effetto come non lo sortisce il secondo: ospiti in vantaggio per 17-21. Qui, il coraggio del mister santateresino che si affida ad Anna Amaturo in cabina di regia e di nuovo a Sara Gervasi nel ruolo di laterale. Fruttuoso turno alla battuta della salernitana di Mercato San Severino (suo anche un ace) che spinge le sue fino al 24-22 complici due muroni della Cecchini fresca di compleanno. Le ospiti annullano due set-ball e su un ace della Bacciottini si portano sul 24-25. La gara diventa palpitante con le due compagini che provano ad aggiudicarsi la gara.

Ci riescono le padrone di casa quando sul 27-27, prima approfittano di un attacco sulla rete della Russo e poi piazzano un servizio vincente con il capitano Bertiglia. Nel quarto set le santateresine mostrano di avere trovato la quadra delle posizioni in campo e dei giusti movimenti. La Murri segna caterve di punti e la Amaturo, pur facendo giocate semplici varia il suo gioco innescando un po’ tutte, seconda linea compresa, e concedendosi secondi tocchi vincenti e perfino due ace consecutivi al servizio. Punto del match siglato da Barbara Murri. Bella partita quella disputata quest’oggi al New Palabucalo: le acciaccate di lunga degenza delle santateresine hanno mostrato sensibili segni di recupero. Bertiglia e Giacomel in doppia cifra, centrali indiavolate, Galuppi volante e palleggiatrici disinvolte.

Palma di migliore in campo ad Anna Amaturo. Fra le ospiti (gran bella squadra, compatta e forte in ricezione) tutte hanno ben figurato ma forse è stata Lorenza Russo quella che in più frangenti ha messo in difficoltà le locali. Sontuosa prestazione del libero Alessia Luraghi. La squadra di casa è stata sostenuta incessantemente dalla tifoseria degli Eagles che si è confermata la più calorosa della categoria ed attaccatissima alle sorti delle loro beniamine. Per le locali adesso trasferta in quel di Melendugno mentre le beneventane ospiteranno quella che sta distinguendosi come la mina vagante del campionato, ovvero il Castellana Grotte. Il tabellino del match:

AMANDO VOLLEY-FOREX OLIMPIA SAN SALVATORE TELESINO 3-1 (20-25, 25-18, 29-27, 25-13)

AMANDO: Santostefano, Gervasi 4, Cecchini 14, Spitaleri, Galuppi (L), Courroux 3, Giacomel 15, Amaturo 3, Franceschini, Murri 12, Nielsen 5, De Candia, Frazzica, Bertiglia 12. All: Prestipino

SAN SALVATORE TELESINO: Bacciottini 6, Romano, Fuoco, Milano 14, Russo 16, R. Ascensao Silva 9, M. Ascensao Silva 8, Luraghi (L), Picariello, Maresca, Borrelli, Vanni 6. All: Eliseo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

B1. La legge del PalaBucalo: l'Amando Volley batte anche un tenace San Salvatore Telesino

MessinaToday è in caricamento