Il Sole 24 Ore boccia Messina per qualità della vita: troppo lunghi i tempi dei processi

La città dello Stretto si colloca nella 96esima posizione su 107, penalizzata sugli indici legati alla giustizia, al rischio idrogeologico e al tasso di disoccupazione giovanile. Ecco tutte le posizioni parametro per parametro che documentano una retrocessione di 7 postazioni

La migliore in assoluto è Milano, l’ultima Vibo Valentia. Ma poco distante c’è sempre Messina, terz’ultima fra le siciliane.

E’ quanto emerge dallo studio del Sole 24Ore che dal 1990 pubblica la classifica della qualità della vita delle province d'Italia. Vengono giudicate attraverso sei parametri: ricchezza e consumi, affari e lavoro, ambiente e servizi, demografia e società, giustizia e sicurezza, cultura e tempo libero. Nell’edizione 2017 a vincere era stata Belluno. A conquistare la prima posizione del 2018, dunque è Milano.

Messina è fra le città bocciate, quasi sempre in fondo alla classifica. Le perfomance peggiori sono quelle legate al tasso di disocupazione giovanile (100), incide di litigiosità 102, ma soprattutto ultima in tutti i parametri relativi al settore giustizia. Si piazza infatti alla 105esima posizione per la durata media dei processi, dopo di noi solo Potenza e Vibo Valentia e al numero 106 per cause pendenti ultratriennali.

Nella classifica complessiva della qualità della vita nelle città italiane, Messina è al 96esimo posto, solo 11 postazioni in meno rispetto alla peggiore. Si trova infatti al 96esimo posto con 405,8 punti. Terz'ultima dunque in Sicilia per qualità della vita. Dopo di noi solo Caltanissetta (102) ed Enna (100). Prime in Sicilia: Ragusa 73, Siracusa 82, Catania 84, Palermo 87 e Trapani 89.

Per Messina vanno male anche gli indici legati alle questioni ambientali. Il rischio idrogeologico ci vede all’11esimo posto ma in questo caso stare in cima alla classifica non è esattamente un merito. Anzi.

Ecco le posizioni della città dello Stretto in tutti gli indicatori

Ricchezza e consumi 105, affari e lavoro 89. Ambiente e servizi 81, demografia e società 92, Giustizia e sicurezza 95, cultura e tempo libero 56, depositi pro capite 90, Pil pro capite 94, canoni medi di locazione 53,  consumi 101, protesti pro capite 66, prezzi medi di vendita delle case 46, spesa pro capite in viaggi e turismo 102, imprese registrate 66, tasso di disoccupazione 92, tasso di disoccupazione giovanile 100, impieghi su depositi 84, Quota di export sul Pil 77, Startup innovative 56, Gap retributivo di genere 18, Ecosistema urbano 87, Home banking 79, rischio idrogeologico 11, laureati per provincia di residenza 33, tasso natalità 41, indice di vecchia 55, saldo migratorio interno 92, tasso di mortalità 76, durata media dei processi 105, dopo di noi solo le peggiori Potenza e Vibo Valentia, scippi e borseggi 16, indici di litigiosità 102, cause pendenti ultratriennali 106, rapine 42, delitti di stupefacenti 84, furti di autovetture 77, dopo Enna, Agrigento e Ragusa, librerie 40, sale cinematografiche 78, offerta culturale 69 dove Messina è seconda fra le siciliane solo a Catania ma qui l’impulso maggiore è notorio arriva da Taormina, Spettacoli 59, Onlus 24, turisti e permanenza media nelle strutture ricettive 48.

classifica-3

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura a Nizza di Sicilia: tentano di rapire una bimba, messi in fuga dalle urla della nonna

  • La salma di Giuseppe Sorrenti in viaggio, lunedì i funerali alla Chiesa San Francesco di Paola

  • Da Patti al Bambin Gesù di Roma con un volo dell'aeronautica, neonato prematuro verso la salvezza

  • Incidente nella notte in via Catania, muore nell'impatto con un mezzo della Messina Servizi

  • Capo d'Orlando, droga nascosta nei bagni della scuola scoperta dai cani poliziotto

  • Concorso per operatori sanitari e mobilità per infermieri, pubblicato il bando

Torna su
MessinaToday è in caricamento