Attualità

Chiesa e pedofilia, si studia come contrastare il fenomeno

In Corte d'appello l'incontro dell'Unione giuristi cattolici alla presenza di monsignor Antonio Sofia. Le relazioni sulle tutele dello Stato e i rischi del sensazionalismo giornalistico

Chiesa e pedofilia, quali strumenti giuridici per contrastare il fenomeno?

E' il tema che l’Unione Giuristi Cattolici Italiani affronterà oggi pomeriggio alle 15,30, nell’Aula Magna della Corte D’Appello del Tribunale di Messina, il delicato tema. I lavori saranno aperti dai saluti del presidente dell’Ordine degli Avvocati Vincenzo Ciraolo e del Vicario Giudiziale dell’Arcidiocesi di Messina Mons. Antonio Sofia.

Seguiranno gli interventi degli avvocati Salvatore Silvestro su “La pedofilia: tutela dello Stato; la vittima e il reo” , Paola Dora Magaudda su “La pedofilia: tutela della chiesa, profili formali e sostanziali, le nuove norme di Papa Francesco” , della psicolaga forense Silvia Spanò “Gli abusi sessuali su minori in una visione di psicologia forennse, la vittima e il reo” e del giornalista Eduardo Abramo che affronterà  “I danni della sensazionalità giornalistica e la tutela del nome delle Istituzioni Ecclesiastiche”.

In Italia il diffuso spirito religioso ha spesso annebbiato la coscienza statistica della popolazione, riportando i casi di abusi a errori del singolo, a casi isolati. In realtà, negli ultimi anni sono una trentina i religiosi condannati.

Il tema torna ciclicamente di attualità. Ma in questi giorni lo è più che mai, dopo il “Motu proprio” di papa Francesco «Vos estis lux mundi» («Voi siete la luce del mondo»), reso noto i primi di maggio e in vigore dal primo giugno, con norme approvate ad experimentum per un triennio che ha segnato la svolta dal Vaticano nella lotta alla pedofilia: i vescovi dovranno ora rendere conto del loro operato contro gli abusi. Delle omissioni e anche di coperture e insabbiamenti. Scatta anche l’obbligo di denuncia ai rispettivi superiori per preti e religiosi. E ogni diocesi dovrà dotarsi di un sistema facilmente accessibile al pubblico per ricevere le segnalazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesa e pedofilia, si studia come contrastare il fenomeno

MessinaToday è in caricamento