Cronaca Caronia

Scomparsa Viviana Parisi, ricerche nei laghetti senza esito: nuovo appello della polizia

Ancora nessuna traccia della donna e del figlioletto nel terzo giorno di ricerche. I sommozzatori sono tornati a galla senza elementi utili. Il lavoro incessante di 70 uomini. La Stradale chiede l'aiuto degli automobilisti che potrebbero aver fornito assistenza

Sta per concludersi il terzo giorno di ricerche, ma di Viviana Parisi e del figlio Gioele non c'è ancora nessuna traccia. In mattinata i sommozzatori dei vigili del fuoco si sono immersi in due laghetti artificiali posti nelle vicinanze dell'autostrada, ma sono tornati a galla senza alcun elemento utile. La zona è pattugliata costantemente da più di settanta uomini tra forze dell'ordine, volontari, protezione civile e vigili del fuoco.

Si continua a battere palmo palmo le campagne che circondano Caronia, un territorio che pianeggiante ma con diversi dirupi.

Intanto, la polizia stradale ha lanciato un nuovo appello agli automobilisti che lo scorso 3 agosto, intorno alle 11.30, si trovavano in transito sul viadotto Pizzo Turda dove è stata ritrovata l'auto della donna. Chiunque si fosse fermato a fornirle assistenza dopo l'incidente o potesse dare informazioni utili in merito è pregato di contattare i numeri di emergenza 112 o 113.

A riguardo, informazioni utili potrebbero essere fornite dalle immagini delle telecamere poste lungo l'autostrada e in prossimità dei caselli. La donna, durante il suo viaggio, potrebbe aver lasciato temporaneamente l'arteria per rientrare successivamente. Viviana Parisi, inoltre, non aveva portato il cellullare con sé, lasciandolo a casa come spesso, secondo i familiari, era abituata a fare. Un particolare, dunque, che non desterebbe preoccupazioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparsa Viviana Parisi, ricerche nei laghetti senza esito: nuovo appello della polizia

MessinaToday è in caricamento