Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Falcone

Subiscono il pareggio al 97', rincorrono e picchiano l'arbitro: squalificati 5 anni

Scene folli in coda all’incontro tra Villarosa e Pro Falcone, valido per la ventiduesima giornata del girone B del campionato di Promozione. Il giudice infligge pene durissime

Rincorso e picchiato dai giocatori di casa che erano stati agguantati sull'1-1 quando ormai assaporavano la vittoria. E' accaduto all'arbitro palermitano David Bartolotta nello scorso weekend, all'interno dello stadio Comunale di Villarosa.

Scene folli in coda all’incontro tra Villarosa e Pro Falcone (risultato non omologato perché pende ancora il reclamo del club ennese) valido per la ventiduesima giornata del girone B del campionato di Promozione. La vittima aggredita dopo avere convalidato un gol degli ospiti al 97' è stato.

Le immagini dell'aggressione all'arbitro | Guarda il video (da 11'30'')

Una partita molto tesa - tra due squadre invischiate nella lotta salvezza e distanti appena un punto - contrassegnata da espulsioni, polemiche e rigori non dati, e che è stata decisa al settimo minuto di recupero con il gol del pareggio della formazione messinese. Da lì è partita la caccia all'uomo che si è trasformata in aggressione violenta all'arbitro.

Il giudice sportivo ha inflitto squalifiche pesantissime per i calciatori del Villarosa che si sono resi protagonisti degli episodi di violenza. Cinque anni (fino al 3 marzo 2028) per Marco Ferrara (“per contegno offensivo nei confronti dell’arbitro e per averlo spintonato al petto, facendolo arretrare e procurando immediato dolore, mancanza di respiro, senso di vomito e per averlo afferrato con estrema violenza per la divisa, strappandola; e, ancora, preso con violenza per la testa, con uno sgambetto ne provocava la caduta a terra dove lo colpiva ripetutamente con calci procurando varie escoriazioni e forte dolore in tutto il corpo, particolarmente alla testa ed al collo, a fine gara").

Cinque anni anche per Youssef Mardi (“per avere colpito l’arbitro con un violentissimo pugno allo zigomo destro provocandogli immediato dolore e capogiri, a fine gara”) e tre per Lamine Mohamed Dabo "per avere bloccato la corsa dell’arbitro afferrandolo per la spalla destra, strattonandolo e consentendo l’’aggressione allo stesso da parte di un proprio compagno di squadra, a fine gara".

Cinque giornate di squalifica invece per il capitano Giuseppe Cordaro e per Fabio Messina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Subiscono il pareggio al 97', rincorrono e picchiano l'arbitro: squalificati 5 anni
MessinaToday è in caricamento