Cronaca Cesarò

Colti in flagrante mentre appiccano il fuoco, arrestati due piromani

In manette un allevatore messinese di 80 anni e un ragazzo di origini albanese. Con taniche di benzina e accendino erano pronti a bruciare un bosco di Troina

Foto di repertorio

Erano pronti ad appiccare il fuoco in un bosco di Troina, ma sono stati colti in flagrante dai carabinieri. Così sono finiti in manette due allevatori-piromani, si tratta di un 80enne messinese originario di Cesarò e un ragazzo albanese di 25 anni. I due si erano già muniti di taniche di benzina e accendino per dare il via al rogo in contada Scalonazzo.

Sulla vicenda è intervenuto il WWF Sicilia lodando il pronto intervento delle forze dell'ordine.  "Un sincero, profondo e cordiale grazie ai carabinieri di Troina che -dichiara Ennio Bonfanti, presidente di Wwf Sicilia Centrale -  hanno arrestato due criminali del fuoco pronti ad appiccare altri incendi. Finalmente dei criminali del fuoco vengono individuati e sottoposti alle giuste sanzioni previste dalla legge. Più che piromani si tratta di pericolosi eco-criminali che, deliberatamente, intendono distruggere ed incenerire il nostro territorio".

"Abbiamo già dato mandato al nostro legale - aggiunge - al fine di costituirci parte civile nel processo a carico dei due presunti eco-criminali", aggiunge Anna Schirò, vice presidente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colti in flagrante mentre appiccano il fuoco, arrestati due piromani

MessinaToday è in caricamento