Cronaca

Botte alla compagna e porto abusivo d'armi: nei guai un circense messinese

La denuncia della donna dopo l'ennesimo episodio di violenza. In manette un 54enne fermato dai carabinieri. In un camper parcheggiato nei pressi del circo nascondeva una pistola lanciarazzi

Dopo l'ennesima violenza subita, una donna ha trovato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri ponendo fine ad incubo lungo mesi.

I militari hanno così arrestato in flagranza di reato un 54enne messinese. L'arresto è avvenuto lo scorso 20 novembre a Gioia Tauro dove l'uomo stava lavorando come circense. 

Sono immediatamente partite le indagini e, una volta posta sotto protezione la donna, gli uomini del comando provinciale hanno deciso di effettuare una serie di perquisizioni nelle roulottes del circo, rinvenendo nella disponibilità dell’uomo, occultata nel vano cinghie di un trapano a colonna, sito in un caravan adibito ad officina, una pistola lanciarazzi calibro 9 mm Blanck, marca Ekol, modello P 39, d’importazione straniera, illegalmente detenuta. 

Per questo motivo, il 54enne, è stato condotto negli uffici della compagnia di Gioia Tauro dove è stato arrestato, in flagranza di reato, con l'accusa di detenzione abusiva di armi, ricettazione, detenzione illegale di armi comuni da sparo e detenzione di arma clandestina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte alla compagna e porto abusivo d'armi: nei guai un circense messinese

MessinaToday è in caricamento