Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Occupazioni delle scuole dismesse, entro luglio le case

Riunione a Palazzo Zanca con l'assessore Alessandra Calafiore, novità importanti per le famiglie della Donato, Catarratti e Foscolo

L'ex scuola Foscolo

Entro luglio le famiglie che "occupano" o "occupavano" le scuole dismesse Donato, Foscolo, Catarratti avranno un alloggio. E' quanto sostiene l'Unione Inquilini. Lunedì scorso, negli uffici del Dipartimento Servizi alla Persona e alle Imprese del Comune ha avuto luogo un Tavolo tecnico, sui nuclei familiari all’interno di ex plessi scolastici dismessi e fatiscenti. L’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore scrive che l’"amministrazione, nel rappresentare quanto fino ad oggi ha predisposto in merito e i numerosi tavoli tecnici che si sono tenuti con i sindacati, ha assicurato la volontà di porre in essere tutti gli adempimenti necessari per dare soluzione a questa annosa vicenda che si è ritrovata e di cui si è occupata sin dal suo insediamento. Nelle coordinate programmatiche e progettuali dell’Assessorato alle Politiche Sociali, infatti, rientrava già la definizione di tale questione con l’individuazione e la successiva assegnazione di alloggi idonei alle esigenze dei singoli nuclei familiari in argomento. All’azione amministrativa è stata impressa un’ulteriore accelerata anche a seguito dell’emergenza Covid 19, che impone una tempestiva risoluzione della problematica. Per tale motivo, nel corso del tavolo tecnico di giorno 15, è stata illustrata dall’Assessore Calafiore, alla presenza del Dirigente Salvatore De Francesco, la modalità di azione che riguarderà contestualmente tutte le scuole occupate e si concluderà a fine luglio con il totale svuotamento di tutte le strutture". 
 

L'Unione Inquilini: "Oggi sembrerebbe che si stia imboccando la strada giusta per trovare una soluzione sicura per risolvere questa vertenza. Entro luglio le famiglie delle strutture di Catarratti, della Pietro Donato e della ex Ugo Foscolo avranno finalmente un’abitazione decente e dignitosa in cui vivere. Passaggio agevolato e accelerato dal fatto che la stragrande maggioranza dei nuclei familiari in questione sono collocati utilmente nei primi posti della graduatoria di edilizia residenziale pubblica. Ci teniamo a ricordare l’impegno dei consiglieri comunali Alessandro Russo e Cristina Cannistrà e del Garante per i minori, Fabio Angelo Costantino che, nelle specificità dei propri ruoli istituzionali, in questi mesi, non hanno fatto mancare il loro sostegno ed il loro apporto umano per garantire i diritti sociali delle famiglie e soprattutto dei minori presenti nelle scuole. Ci possiamo ritenere soddisfatti dell’accordo finale raggiunto con l’Amministrazione in queste ore, frutto indubbiamente di anni di lotta in questa città per garantire il diritto all’abitare. Vogliamo porre la parola fine a questa lunga vertenza e per questo vigileremo affinché nessuna famiglia resti indietro.  Il nodo centrale delle nostre rivendicazioni tuttavia resta in piedi: in questa città migliaia di nuclei familiari vivono un forte disagio abitativo, sociale ed il potenziamento dell’offerta di alloggi sociali per i messinesi è senza alcun dubbio l’obiettivo primario per cui continueremo a lottare".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazioni delle scuole dismesse, entro luglio le case

MessinaToday è in caricamento