rotate-mobile

VIDEO | Covid e nuova ondata dalla Cina, il commissario Asp: "Monitoriamo con attenzione"

Le novità e il nuovo corso per le vaccinazioni spiegate da Bernardo Alagna dopo la chiusura dell'Hub in Fiera e dell'ufficio per l'emergenza

"Chiude l'Hub in Fiera e da lunedì 2 gennaio l'Asp subenterà alla struttura commissariale anticovid. Abbiamo già predisposto un piano di lavoro per assorbire tutte le attività fino ad oggi svolte dall'Ufficio per l'emergenza anticovid".

A spiegare la nuova organizzazione è il commissario dell'Asp Bernardo Alagna, in conferenza stampa insieme all'ingegnere Alberto Firenze che oggi ha calato il sipario sulla struttura commissariale gestita negli ultimi 22 mesi.

Nuovo corso dunque per tamponi e per la vaccinazione: “Ringrazio innanzitutto – ha precisato il commissario  Alagna -  il professore Firenze per il lavoro egregio svolto  in  questi mesi a capo dell’Ufficio Covid 19 di Messina, così come siamo grati a tutto il personale sanitario e tecnico amministrativo dell’Ufficio, che ha contribuito in modo determinante a raggiungere risultati ottimali per la vaccinazione e la prevenzione a Messina ed in provincia. Si tratta di personale che cercheremo di non perdere e di  impiegare visto l’importante formazione sul campo che hanno avuto in questi mesi. Dopo la chiusura dell’Ufficio Covid 19 a Messina, comunque il personale è attualmente prorogato per due mesi dall’assessorato Regionale e sarà ora gestito dall’Asp per continuare a svolgere attività di vaccinazione per il Covid 19 e gli altri vaccini Lea, Papilloma etc…nelle strutture dell’Asp".

L’Hub Fiera di Messina chiuderà il 31 dicembre e dal 2 gennaio le vaccinazioni e le altre attività continueranno ad essere svolte sempre nei soliti orari dalle 9 alle 19 nella sede di Vaccinazione Lip dell’ASP in via La Farina 84 angolo via S. Cecilia; nei centri della provincia da lunedì a sabato orari, dalle 9 alle 13, e martedì dalle 15 alle 18.

A  Lipari  saranno somministrati al punto ospedaliero in via S.Anna, a Mistretta, al punto ospedaliero ‘SS Salvatore Mistretta’ in via Anna Salomone, a Sant’Agata di Militello allo stabilimento dell’ ospedale Sant’Agata di Militello in via Medici, a Milazzo sempre all’Hub Parco Corolla;  infine resterà aperto ma solo in via transitoria per un mese l’Hub di Letojanni, in attesa di trasferire tutto in un’altra struttura nella zona ionica”.

“Nei prossimi mesi - prosegue Alagna - in linea con le direttive dell’assessorato regionale alla Sanità, l’Asp realizzerà a Messina e provincia delle strutture sanitarie di prossimità come gli  ospedali e le case di comunità, per un nuovo modello di sanità che vuole una minore presenza di persone negli ospedali tradizionali e una maggiore affluenza in queste Centri. Proporremo in queste strutture anche di impiegare il personale sanitario e tenico amministrativo dell’ ex Ufficio Covid 19 che hanno un’esperienza adeguata".

Come spiegato nella direttiva del’Assessorato regionale “il suddetto personale amministrativo, professionale e tecnico, che è stato reclutato ed utilizzato durante l'emergenza pandemica potrà, pertanto, continuare a fornire, in tale periodo, il necessario supporto per assicurare l'espletamento di tutte le attività di gestione straordinaria, legata all'emergenza da Covid 19 ed ordinaria, in capo ad Aziende ed Enti del SSR, quali a titolo esemplificativo, l'alimentazione dei dati del Sistema di sorveglianza aziendale e nazionale, la trasposizione dei dati cartacei in formato digitale ai fini dell'implementazione del fascicolo sanitario elettronico, la segnalazione dei casi positivi e le relative registrazioni, l'attività di supporto per i tamponi ed i vaccini, la gestione delle agende di prenotazione (CUP), delle visite ai fini dell'abbattimento delle liste di attesa e le ulteriori attività che si intestano alla competenza burocratico/amministrativa aziendale nei rapporti con il cittadino-utente. Infine, per quanto attiene il personale impegnato nelle unità di continuità assistenziale (UCA) di recente istituzione con il DM 77/2022, nel richiamare il contenuto delle indicazioni operative di cui alla nota prot. n. 41821 del 14 settembre 2022 e tenuto conto dell’incertezza a livello nazionale correlata al profilo giuridico del personale medico ivi previsto e cioè se il suddetto personale debba essere utilizzato a rapporto convenzionale secondo le regole dell’ACN di medicina generale o diversamente reclutato come personale dipendente – questione sulla quale sono state attivate le necessarie interlocuzioni con la SISAC ed il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri – le Aziende territoriali prorogheranno i rapporti in essere entro il medesimo termine previsto dalla norma regionale (28 febbraio 2023)".

"Per quanto riguarda  – conclude Alagna - la situazione della pandemia Sars-Cov, in particolare nelle ultime ore, si teme una recrudescenza per la situazione delicata in atto in Cina, che  potrebbe provocare anche la creazione di nuove varianti del Covid e una nuova massiccia diffusione del virus, quindi monitoreremo la situazione pronti ad attivare le misure necessarie nel caso fosse necessario”.

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Covid e nuova ondata dalla Cina, il commissario Asp: "Monitoriamo con attenzione"

MessinaToday è in caricamento