menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dissesto idrogeologico a Venetico, oltre tre milioni per i lavori nel versante sud-est

Pale meccaniche e maestranze stanno per entrare in azione in un'area in cui, a partire dalla fine degli anni '80, una serie impetuosa di movimenti del terreno, oltre a provocare profonde lesioni ad ogni tipo di infrastruttura, ha aggredito le fondamenta di alcune abitazioni

Arriva da Palermo, dagli uffici di piazza Ignazio Florio diretti da Maurizio Croce, lo stop ufficiale alla trentennale attesa degli abitanti del versante sud-est di Venetico superiore. La Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico, che fa capo al governatore siciliano Nello Musumeci, ha infatti affidato i lavori di consolidamento all'associazione di imprese che raggruppa la El.Da., la Alberti e la Lsv costruzioni. L'importo per il quale è stata aggiudicata la gara ammonta a tre milioni e 283 mila euro.

Pale meccaniche e maestranze stanno dunque per entrare in azione in un'area in cui, a partire dalla fine degli anni '80, una serie impetuosa di movimenti del terreno, oltre a provocare profonde lesioni ad ogni tipo di infrastruttura, ha persino aggredito le fondamenta di alcune abitazioni. Nel 2011 fu la Protezione civile a intervenire per scongiurare una tragedia imminente ma da allora nulla era più stato fatto. Ad innescare e alimentare le frane è soprattutto la disordinata circolazione delle acque superficiali che adesso dovranno essere accuratamente regimentate. Fondamentali saranno inoltre le opere di sostegno e di contenimento anche perchè il versante sta poco a poco scivolando verso la via Bari, la strada che porta al centro storico del paese. L'infinita allerta, però, ha ormai i giorni contati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento