rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Stretto e terremoti, a novembre l'esercitazione della Protezione civile nazionale

Fabrizio Curcio, a capo del dipartimento, ha annunciato che tra meno di un mese l'area tra Messina e Reggio Calabria sarà impegnata nelle azioni di comportamento in caso di sisma

La prevenzione non è mai abbastanza in una zona a forte rischio sismico come lo Stretto. Il capo nazionale della Protezione civile Fabrizio Curcio ha annunciato ieri da Genova che a inizio novembre sarà messa in campo un'esercitazione importante sullo Stretto di Messina per le procedure sismiche di Calabria e Sicilia. In questi giorni in città si sta svolgendo l'undicesima edizione della Settimana della Sicurezza – Esercitazioni di Protezione Civile “MESSINA RISK SIS.MA. 2022”, il Comune di Messina, in collaborazione con l’Università ha organizzato oggi con inizio alle 15.30 presso il Palacultura “Antonello” di Viale Boccetta, un’attività formativa a favore degli studenti dell’Ateneo Peloritano sul “Piano di Protezione Civile – Norme di comportamento e Aree di emergenza (Attesa – Ricovero – Ammassamento)”.

Domani dalle 9,30 alle 18,30, nell’Aula Magna dell’Università, si terrà il convegno dal Titolo “Scienze e Protezione Civile: dalla conoscenza dei rischi alla prevenzione”, organizzato dal Comune di Messina, in collaborazione con l’Università degli Studi di Messina, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il Dipartimento Regionale di Protezione Civile e gli Ordini Professionali dei Geologi, degli Ingegneri e degli Architetti.

In questi giorni la Protezione civile nazionale ha gli occhi puntati sulle emissioni dal vulcano Stromboli. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretto e terremoti, a novembre l'esercitazione della Protezione civile nazionale

MessinaToday è in caricamento