rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Torna in vita l'Alcantara-Randazzo: sarà una linea per treni storici

Avviati i cantieri di ripristino da parte di Fondazione FS Italiane. L'ultimo convoglio transitò nel lontano 1995

Ferrovie dello Stato scrive un nuovo futuro per la linea Alcantara-Randazzo a 27 anni dalla sua chiusura. Fondazione FS Italiane ha dato il via, grazie ai fondi del Ministero della Cultura e tramite Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), nell’ambito degli interventi previsti dal Pnrr, ai primi cantieri propedeutici alla riattivazionedel tracciato che verrà utilizzato per i treni turistici. 

La linea sarà interamente recuperate utilizzando parte deii 435 milioni di euro complessivamente stanziati dal governo all’interno del capitolo Percorsi nella storia – Treni storici e Itinerari culturali. Si tratta di uno dei 14 investimenti che compongono il Piano strategico Grandi attrattori culturali, ideato per recuperare, con 1,46 miliardi di euro a disposizione, siti e complessi di elevato valore storico e architettonico, in stato di abbandono o bisognosi di radicali azioni di restauro. Un’iniziativa del MiC che rientra nell’ambito del Fondo Complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ed è in piena sintonia con i piani di sviluppo del Gruppo FS Italiane in tema di turismo.

La tratta Randazzo-Alcantara, estesa per circa 37 km, collegava il versante settentrionale dell’Etna con la linea costiera ionica Messina-Catania. Si dirama dalla stazione di Alcantara, ancora oggi in esercizio, e segue la valle del fiume Alcantara, prima di raggiungere Randazzo, in un percorso tortuoso e quasi del tutto in salita, lungo il quale si incontrano 13 viadotti e otto gallerie. Concepita già alla fine del XIX secolo, ma realizzata solo tra il 1928 e il 1959, fu interrotta da una colata lavica nel 1981 e ripristinata nel 1983, per essere poi chiusa nei primi anni ‘90. La linea è sempre stata gestita in economia e a carattere locale, senza mai essere utilizzata appieno. Tuttavia, il suo potenziale turistico è indubbio: il tracciato della ferrovia passa a pochi metri dalle famose gole dell’Alcantara, in località Fondaco Motta, un sito di particolare valore ambientale e meta di importanti flussi di viaggiatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna in vita l'Alcantara-Randazzo: sarà una linea per treni storici

MessinaToday è in caricamento