Frana di Letojanni cinque anni dopo, i lavori restano al palo: scatta la mobilitazione

Una manifestazione di cittadini per sensibilizzare le autorità regionali siciliane affinché si ripristini la viabilità sull’autostrada che collega Messina a Catania. La protesta il 19 gennaio

Una manifestazione di cittadini, l’ennesima, per sensibilizzare le autorità regionali siciliane affinché si ripristini la regolare viabilità sull’autostrada che collega Messina a Catania, nel tratto antistante il paese di Letojanni, rimuovendo la frana che da cinque anni obbliga i veicoli in transito al doppio senso su una corsia.

La manifestazione è organizzata anche da meetup M5S di Giardini Naxos insieme ad altri comitati e gruppi di cittadini della riviera jonica messinese e si svolgerà il 19 gennaio dalle 9.30 alle 13 nella piazza "Corrado Cagli" di Letojanni.

Una mobilitazione contro i ritardi nell’avvio dell’opera di consolidamento del costone che è franato rovesciando una ondata di detriti sull’autostrada Messina-Catania e bloccando il traffico autostradale, resta al palo costringendo gli automobilisti ad un pericoloso doppio senso di marcia con situazioni di pericolo che aveva spinto anche Codacons ad un esposto in procura in cui chiedeva di accertare alla procura della repubblica le responsabilità del mancato ripristino.

Nei giorni scorsi sono stati rinviati a giudizio gli imputati del procedimento aperto dopo la frana per presunti illeciti nella fase di progettazione ed esecuzione per i lavori di messa in sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori sono stati riappaltati: il 15 novembre, il presidente della Regione Nello Musumeci ha “consegnato” le aree dopo la conferenza stampa in cui ha richiesto un anticipo di tre mesi sulla tabella di marcia dei lavori al raggruppamento temporaneo di imprese formato dalla Sgromo Costruzioni Srl di Maida (Catanzaro) e dalla Cospin Srl di Catania. Il costo complessivo dei lavori ammonta a quindici milioni di euro, quattro dei quali a carico della Protezione civile regionale e undici dell’Ufficio contro il dissesto idrogeologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sensitiva più famosa d'Italia sulla scomparsa del piccolo Gioele: “Cercate dove c'è acqua”

  • Giallo Viviana, nuovo avvistamento alla guardia medica di Giardini: "Quel bimbo sembrava Gioele"

  • Viviana Parisi sarebbe stata avvistata a Giardini Naxos

  • Giardini Naxos, ritrovato cadavere in mare

  • Caronia, ritrovato cadavere in decomposizione di una donna

  • Cadavere a Caronia, il marito ha riconosciuto la fede al dito di Viviana: nessuna traccia del bimbo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento