Incendio mortale in via Boner, la pista della sigaretta rimasta accesa

La morte di Anna Alibrandi potrebbe essere stata provocata dalla cicca non spenta che avrebbe causato il rogo. I rilievi di vigili del Fuoco e polizia

Via Boner durante i soccorsi nell'appartamento

Le indagini devono ancora dare certezze. I rilievi dei vigili del fuoco e della polizia attribuiscono a una sigaretta la causa dell'incendio che giovedì sera ha incenerito l'appartamento di via Boner uccidendo senza scampo la 70enne Anna Alibrandi. Le verifiche proseguono ma a quanto pare sarebbe stata la cicca accesa a provocare il rogo killer. Nelle prime ore si pensava che fosse stata una stufa come avvenuto nella sera di San Silvestro a Montepiselli, dove perse la vita Rosina Pintabona, a innescare le fiamme. La donna si sarebbe addormentata non accorgendosi di avere ancora la sigaretta accesa. Ma siamo ancora nel campo delle ipotesi in attesa che l'inchiesta faccia piena luce. 

Incendio in via Boner, vittima una donna 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scompare all'uscita di scuola, ore di ansia per un 13enne

  • Ritrovato dopo sei ore il 13enne scomparso

  • Tragedia a Minissale, donna muore in strada per un malore

  • Incidente stradale davanti al tribunale, avvocato travolto sulle strisce pedonali

  • Arsenale della 'ndrangheta nei fondali, maxi ritrovamento dei carabinieri subacquei di Messina

  • Operazione Nebrodi, così l'elenco di tutti gli arrestati e delle ditte sequestrate

Torna su
MessinaToday è in caricamento