Cronaca

Coronavirus, mega parcelle ai medici vaccinatori: indaga la Finanza

Si parla di compensi che superano anche i novemila euro lordi. Si tratterebbe perlopiù di medici esterni all’Azienda ospedaliera. Una situazione che ha già creato malumori fra i dirigenti medici dell’azienda che si sono visti esclusi

Una indagine riservata della Guardia di finanza sui compensi ai medici vaccinatori. Le fiamme gialle avrebbero già acquisito ampia documentazione all’Asp relativa alle delibere di liquidazione dei compensi dei sanitari che hanno somministrato i vaccini per l’emergenza Coronavirus.

Si parla di compensi che superano anche i novemila euro lordi, ottanta euro l’ora infatti l'importo previsto infatti per chi ha effettuato il servizio. Si tratterebbe perlopiù di medici esterni all’Azienda ospedaliera. Una situazione che ha già creato malumori fra i dirigenti medici dell’azienda che si sono visti esclusi anche perchè il bando prevedeva la possibilità di effettuare tale attività anche ai medici strutturati. In questo caso con compensi di 60 euro l'ora.

A tutto ciò si aggiunge che le cifre erogate andrebbero ad erodere il fondo destinato a remunerare i medici interni dell’azienda, il cosiddetto indennità covid destinata ai medici durante tutto il periodo dell’emergenza sanitaria ancora in corso. L'ultima delibera dell'Asp relativa al pagamento delle prestazioni per tamponi e vaccini, fra gennaio e giugno, dispone il pagamento di una somma di 3 milioni e 904 mila euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, mega parcelle ai medici vaccinatori: indaga la Finanza

MessinaToday è in caricamento