rotate-mobile
Cronaca

Bloccata da un'auto davanti al cancello, medico resta prigioniera nella struttura sanitaria: si becca anche minacce e insulti

Solidarietà del Coas che ricostruisce la vicenda accaduta ieri a Villa Contino, dove c’è il centro di riferimento nazionale per il morbo di Hansen. La disavventura per una dottoressa

Ancora un medico aggredito. Stavolta è toccato a un sanitario dell’Irccs in servizio a Villa Contino, dove c’è il centro di riferimento nazionale per il morbo di Hansen e dermatologia. Ieri sera, a conclusione del turno di lavoro, la dottoressa si è trovata di fronte il cancello sbarrato da un’auto parcheggiata che ne impediva l’uscita.

A ricostruire la vicenda il sindacato Coas Medici dirigenti che ha espresso solidarietà alla collega.

Secondo il racconto fatto dal medico, avrebbe suonato il clacson più volte per richiamare l’attenzione del proprietario dell'auto in sosta. Dopo 5-7 minuti è arrivato un uomo che indossava un casco nascondendo così la propria identità. Quest'ultimo l’avrebbe insultata, minacciata e intimidita. All’episodio hanno assistito alcuni passanti. Il sindacato chiede di verificare l’accaduto anche dalle telecamere di videosorveglianza che ci sono nella zona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccata da un'auto davanti al cancello, medico resta prigioniera nella struttura sanitaria: si becca anche minacce e insulti

MessinaToday è in caricamento