Mobilità, via libera ai parcheggi di interscambio: ecco dove sorgeranno

Pronti 14 progetti esecutivi per altrettanti parcheggi che rivoluzioneranno la mobilità cittadina. Palazzo Zanca mette sul piatto 16 milioni di euro di fondi per intervenire da nord a sud

Saranno 14 i nuovi parcheggi di interscambio destinati a rivoluzionare la mobilità cittadina. Questa mattina a Palazzo Zanca sono stati consegnati i progetti esecutivi, alla presenza dell'assessore competente Salvatore Mondello, dei tecnici comunali e dei professionisti esterni. 

Il primo step verso il più importante Piano Generale del Traffico su cui l'amministrazione comunale continua a lavorare a fari spenti in attesa della definitiva approvazione. I parcheggi verranno realizzati dopo un percorso tortuoso che nasce nell’aprile del 2019 con la modifica della delibera del Piano Urbano Parcheggi. "Oggi - si legge nel comunicato di Palazzo Zanca - dopo avere risolto tutte le criticità, abbiamo consegnato i progetti esecutivi, per ottenere le somme per la predisposizione del bando di gara e quindi per la prossima realizzazione delle opere, che daranno ristoro all’economia locale e alla viabilità".

Saranno utilizzati i circa 16 milioni di euro previsti dal bando per l’attuazione di una “Linea di intervento in favore dei Comuni di Palermo, Catania e Messina, per la realizzazione dei parcheggi urbani di interscambio per il decongestionamento dei centri urbani e lo scambio con i sistemi di trasporto collettivo urbano ed extraurbano, la riduzione degli inquinamenti acustici ed atmosferico, nonché il risparmio energetico”, approvato dal competente Dipartimento Regionale. L’Amministrazione De Luca, come sempre, ha fatto la sua parte, mettendo in campo una scelta strategica che si inquadra in un contesto complessivo, che include anche il Pgtu e il Pums.

“ E’ sicuramente un giorno da ricordare - ha commentato Mondello - che mi rende estremamente felice, per essere riuscito ad ottenere questo grande risultato, nato da un lavoro duro ma sinergico. Per questo ringrazio l’assessore Falcone per la costante disponibilità e per l’affezione mostrata verso la città di Messina; ringrazio anche il consiglio comunale, che ha supportato le scelte strategiche dell’amministrazione e naturalmente tutti i tecnici che a vario titolo hanno collaborato, ovvero Rup, professionisti esterni, con i quali si è lavorato fianco a fianco, cercando di dirimere le criticità e individuare le soluzioni più veloci ed efficaci. I progetti in realtà sono 15; l’ultimo è in fase di stand by per la questione della rotatoria dello svincolo di Giostra, ma ci impegneremo per risolvere anche questa. Il realizzando complesso di parcheggi, potenzia il piano di trasporto pubblico di Atm Spa, rappresentando un’offerta determinante per l’utenza, di utilizzo dei mezzi pubblici, avendo la possibilità di lasciare l’auto in prossimità delle fermate dei vettori gommati o su rotaia. Peraltro, si tratta di costruzioni a raso, che sono notoriamente più graditi, in quanto facilmente fruibili. Siamo di fronte ad una vera e propria rivoluzione infrastrutturale che, se accompagnata da necessarie e sane modifiche nelle abitudini quotidiane dei cittadini, può portare alla svolta tanto sperata per Messina, ponendola in linea con le grandi città del nord che apprezziamo quando siamo fuori casa. E’ necessario uno sforzo collettivo, l’amministrazione comunale c’è e lo sta dimostrando, fornendo gli strumenti per un cambio di rotta che restituisca dignità, decoro ed efficienza al nostro territorio. Tale attività, è la prima in termini di raggiungimento di obiettivi, della visione più complessiva della rivisitazione della mobilità cittadina. Il Pgtu è stato infatti già adottato ed è in fase di definitiva approvazione; è stata completata la fase del quadro conoscitivo del PUMS, che sarà definito nel minor tempo possibile”.

Le aree che ospiteranno i parcheggi

Palmara, S. Cosimo, Via Catania, Europa Est, Europa Centro, Europa Ovest, Campo delle Vettovaglie (ampliamento), Giostra S. Orsola, Bordonaro, San Licandro, Viale Stagno D’Alcontres (Salita Papardo), Santa Margherita, Gazzi Socrate, Ex Gazometro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento