rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Omicidio Alessandra Musarra, l’accusa propone il concordato per Cristian Ioppolo

La svolta in occasione dell’udienza di questa mattina in Corte d’Assise d’Appello: i giudici concedono alle parti una settimana per la valutazione dei termini

Una procedura rara, difficile da vedere soprattutto in appello. È quella della richiesta del concordato presentato dall’accusa nei confronti di Cristian Ioppolo, imputato nel processo sul femminicidio dell’ex fidanzata Alessandra Musarra, uccisa la notte del 7 marzo 2019 nella sua casa di Santa Lucia Sopra Contesse. Una procedura non usuale perché avanzata dal procuratore generale che, sostanzialmente, è una sorta di offerta di patteggiamento. Una possibilità che potrebbe “evitare” l’ergastolo a Ioppolo ma che non prevede l’ipotesi di un eventuale ricorso in Cassazione. 

La Corte d’Assise d’Appello ha concesso una settimana di pausa per il processo per consentire alla difesa, sostenuta dall’avvocato Billè, di valutare bene i termini. 

All’udienza di questa mattina ha partecipato anche il giovane ex fidanzato della ragazza, condannato all’ergastolo a giugno dello scorso anno in primo grado

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Alessandra Musarra, l’accusa propone il concordato per Cristian Ioppolo

MessinaToday è in caricamento